Iscrizione a scuola a Cernusco: la replica dell’assessore sugli esuberi alla materna. Della situazione avevano parlato La città in Comune e Sinistra per Cernusco.

Iscrizione a scuola

Iscrizione a scuola a Cernusco: la replica dell’assessore sugli esuberi alla materna. Della situazione avevano parlato La città in Comune e Sinistra per Cernusco. «Nessun rischio esuberi, questo ci dicono i numeri». L’assessore all’Istruzione Nico Acampora ha rispedito al mittente le preoccupazioni.

Per l’assessore tutto sotto controllo

«Come ho avuto modo di raccontare durante l’incontro con i genitori al quale la scuola mi ha gentilmente invitato, ad oggi non è prevedibile, alla luce dei dati in nostro possesso, un rischio esuberi – ha affermato – Nello specifico i dati ci dicono che i bambini di tre anni residenti a Cernusco (ossia nati nel 2015) e quindi “entranti” all’infanzia per il prossimo anno scolastico sono 340, mentre i bambini “uscenti” dall’infanzia sono 375. E’ facile comprendere per chi non ha interessi a fomentare paure per proprie finalità politiche, che secondo questi dati forniti dall’anagrafe non esiste un prevedibile problema di esuberi, anche in considerazione dell’aumento del numero di aule messe a disposizione dal Comune con specifica delibera di Giunta».

Leggi anche:  Furto in casa: le rubano il pc, ma lo localizza e fa fermare il ladro

“Le soluzioni ci sono”

Una possibilità c’è, ma l’Amministrazione secondo Acampora sarebbe pronta a fronteggiare il problema. «Nell’ipotesi in cui per fattori non prevedibili con i dati odierni dovesse avere luogo un maggior numero di iscritti, la scuola con il sostegno dell’Amministrazione comunale ha previsto di poter richiedere al provveditorato nuove insegnanti – ha concluso – Inoltre il Comune dal conto suo, qualora lo Stato non mettesse a disposizione i docenti richiesti, potrebbe in ultimo intervenire con propri educatori per realizzare una classe, come già discusso con il dirigente scolastico Claudio Mereghetti e illustrato durante l’incontro con i genitori, in un clima che si è distinto per la serenità e per lo spirito di collaborazione fra scuola, assessorato e famiglie. Insomma mi pare di poter affermare con forza che l’Amministrazione e la scuola in sinergia hanno messo in campo diverse strategie tale per cui affermare che esiste un pericolo esuberi sia decisamente fuori luogo».