Rievocazione militare conclusa senza problemi di ordine pubblico, quella organizzata nel fine settimana dall’Amministrazione comunale.

Rievocazione militare

Anche la manifestazione di ieri, domenica, delle sigle afferenti a Rete antifascista ha visto slogan, fumogeni, striscioni e comizi. A vigilare sull’ordine pubblico c’erano presidi dei carabinieri sia in via Indipendenza, sia in via Manzoni, come anche in piazza Castello. Una quindicina di persone ha provato a raggiungere Villa Casati, ma le Forze dell’ordine hanno impedito qualsiasi contato.

Contro polemiche

“Dispiace l’ennesima dimostrazione dei professionisti della provocazione – ha detto il sindaco Angelo Rocchi – Erano una quindicina di persone, probabilmente appartenenti ai centri sociali e collettivi di sinistra. Spostandosi da piazza XI Febbraio a Villa Casati hanno provato a creare disordini. Per fortuna sono stati immediatamente fermanti dalle Forze dell’ordine”.

“Un bilancio positivo”

“La due giorni si è svolta nel migliore dei modi – ha continuato – Grandi e bambini si sono alternati con curiosità nella vita da campo, avvicinandosi ai figuranti per ascoltare le tante informazioni e aneddoti”.

Bambini e armi

C’è anche spazio per ribattere alle polemiche sul fatto che alcuni bambini sono stati visti giocare con le armi dei figuranti: “Se qualcuno, inoltre, pensa di accostare le armi ai bambini come forma diseducativa solo per fare altra polemica, dovrebbe prima pensare che oggi viviamo in un mondo dove le armi sono viste in televisione e vendute come giocattoli nei negozi e nei supermercati – ha aggiunto – Per questo è importante spiegare loro l’atrocità della guerra e fare in modo che crescano ripudiandola”.

Leggi anche:  "Condizionatori rotti e topi in ospedale a Cernusco"

Altre rievocazioni in arrivo

“Ho ricevuto molti complimenti di persone che hanno potuto vedere e capire da vicino la vita dei campi nelle faccende più quotidiane – ha detto l’assessora Dania Perego –  Visto il riscontro ricevuto da tanti cittadini stiamo pensando a organizzare altre rievocazioni, come ad esempio il periodo romano”.

“Sterili polemiche”

“Alle sterili polemiche noi rispondiamo con i fatti – ha aggiunto l’assessore Simone Rosa – I colognesi non si sono fatti intimorire da nessuno ed hanno partecipato attivamente al campo rievocativo organizzato dall’amministrazione comunale in collaborazione con l’associazione rivivere il passato”.