Salvini contro il corteo in memoria di Abba. “Ma non hanno niente da fare?”, è la domanda che ha rivolto ai manifestanti che hanno ricordato il ragazzo cernuschese ucciso dieci anni fa.

Un corteo per Abba

Ragazzi, collettivi studenteschi e associazioni venerdì 21 settembre sono scesi in piazza per ricordare il cernuschese Abdoul Guibre, detto Abba, 19enne ucciso a Milano da due commercianti per aver rubato un pacchetto di biscotti dal loro bar. Sono scesi in piazza per dire no al razzismo e alla violenza, riprendendo l’appello della sorella del giovane, un video in cui aveva anche ricordato che anche gli italiani sono stati migranti. A Cernusco inoltre, come annunciato dal sindaco, sarà ridipinto il murales dedicato ad Abba.

L’attacco di Salvini

Durante il corteo non sono mancati attacchi e sfottò alla “Lega ladrona” e al ministro Matteo Salvini. Non si è fatta attendere la replica di quest’ultimo. “”Siamo tutti clandestini, l’Europa non ha confini” – ha scritto in un post venerdì sera -. Questa mattina a Milano, mentre la gente normale era a scuola, in università o al lavoro, i centri a-sociali protestavano per difendere l’immigrazione clandestina imbrattando i muri. Complimenti, bel modo di protestare… Ma questi non hanno mai niente da fare???”

Leggi anche:  Ribaltamento in tangenziale, aggressione, ubriachi e malori SIRENE DI NOTTE

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI