Attimi di paura stamattina al Pronto soccorso dell’ospedale Bassini di Cinisello Balsamo dove quattro persone sono state aggredite da due pazienti in stato di alterazione. L’aggressione è avvenuta all’interno della struttura. Monta la polemica per le condizioni di sicurezza degli operatori sanitari.

Aggressione in Pronto soccorso

Due persone in evidente stato di alterazione hanno aggredito quattro uomini del servizio sanitario, medici e infermieri del Bassini che si trovavano in servizio notturno presso la struttura. Sul posto sono intervenute le Forze dell’ordine. Per fortuna gli aggrediti non hanno riportato gravi ferite e hanno ricevuto l’immediato attestato di vicinanza da parte dei colleghi e delle organizzazioni sindacali.

Problema sicurezza?

L’episodio di Cinisello fa il paio con altre situazioni che si sono verificate nel corso dei mesi e che hanno interessato diverse professionalità che si trovano a lavorare in orari notturni e in luoghi sensibili. Come i treni o le linee autobus,  dove il personale è spesso soggetto a episodi di violenza che li vedono come vittime. Già da tempo è stata sollevata l’esigenza di prevedere dei servizi di controllo notturno nei luoghi pubblici maggiormente sensibili e tra questi gli ospedali e i Pronto soccorsi.

Leggi anche:  Profughi in Martesana, Pase: "I sindaci si occupino dei cittadini"

Il tema sul tavolo regionale

“Purtroppo gli episodi di violenza commessi nei confronti di autisti dell’autobus, commercianti, taxisti e oggi anche verso il personale sanitario, hanno raggiunto una recrudescenza senza uguali – ha commentato il consigliere regionale Riccardo Pase – Nei prossimi giorni chiederò un incontro all’assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato e a Giulio Gallera al Welfare per studiare soluzioni in grado di proteggere tutti i lavoratori, in particolare coloro che lavorano in turni notturni”.

TORNA ALLA HOME PAGE PER IL RESTO DELLE NOTIZIE.