Guidava senza patente e si finge un altro per evitare la multa. Ma viene scoperto e si becca cinquemila euro di sanzione. Il protagonista è un trezzese.

Invano si finge un altro per evitare la multa

Il documento di guida glielo avevano revocato tempo fa, eppure quando è stato fermato si trovava alla guida di un’auto. Ed era persino senza documento d’identità. Quindi quando gli agenti della Polizia stradale di Arcore lo hanno fermato per un controllo ha quindi provato a trarli in inganno fingendosi un altra persona. Il fatto è avvenuto ieri lungo l’autostrada A4  lungo il tratto brianzolo e ha visto come protagonista un trezzese, volto noto alle Forze dell’ordine.

Voleva fregare gli agenti ma ha commesso un errore

L’autista ha quindi pensato bene di fregare gli agenti della Stradale, dando loro il nome di un suo amico. Ma ha commesso un errore che lo ha tradito. Ha infatti sbagliato a dichiarare la sua data di nascita. Una svista che subito fatto insospettire gli uomini delle Forze dell’ordine. Questi hanno subito svolto i necessari controlli del caso, smascherando il trezzese. Si è quindi preso una multa da cinquemila euro e pure una denuncia per sostituzione di persona. I dati appartenevano, infatti, a un quarantaduenne di Concorezzo, con patente in regola e incensurato.

Leggi anche:  Dall’Adda al Mare Adriatico su una barca fatta con bottiglie di plastica

Clicca qui per tornare alla home page e leggere altre notizie del giorno.