È di nuovo attivo il Bando per la formazione della graduatoria di assegnazione degli alloggi in edilizia convenzionata in via Donatori del sangue a Bellinzago Lombardo.

Edilizia convenzionata a Bellinzago, riaperto il bando

“L’amministrazione Comunale – spiega Barbara Belloni, assessore a Urbanistica e territorio – pur consapevole delle difficoltà derivanti dalle nuove procedure introdotte nell’ultimo decennio, aveva approvato il Pgt contenente una quota di aree destinate all’edilizia convenzionata perché ha creduto nella possibilità di usare, ancora una volta, questo strumento come forma di agevolazione per i cittadini di Bellinzago, per i giovani e le giovani coppie e per le fasce economicamente più deboli”.

Un percorso non semplice

“Non è stato certo un percorso facile, quello fatto in questi anni, nonostante tutto – prosegue  Belloni – Abbiamo lavorato attraverso un confronto assiduo con le realtà esistenti sul territorio che hanno dichiarato il loro interesse ad intervenire. Il piano attuativo è stato prima adottato e poi approvato definitivamente dalla Giunta nel dicembre del 2017. Il bando è stato predisposto dalle Cooperative, che curano la graduatoria, e l’avviso è stato pubblicato una prima volta nel mese di febbraio del 2018. Essendo rimasti disponibili ancora alcuni alloggi, è stata decisa la riapertura del bando per la graduatoria. Invitiamo così tutti gli interessati anche, se non residenti in Bellinzago, a prendere contatto con le Cooperative per la presentazione delle domande”.

Leggi anche:  Macellazione islamica. Pase (Lega): "Rituale macabro da vietare"

Procedure modificate

“Circa gli ulteriori approfondimenti richiesti dai cittadini – conclude l’Assessore -, negli ultimi decenni una serie di eventi hanno modificato le procedure per la realizzazione dell’edilizia residenziale pubblica, agevolata e convenzionata. Il nostro Comune ha visto esaurirsi le aree Peep (Piano Edilizia Economica Popolare) previste dalla ex legge 167/62 del “buon vecchio Piano Regolatore Generale” e la conseguente sostituzione dello stesso con il nuovo strumento di programmazione urbanistica, il Piano di governo del territorio. Le norme contenute nel Pgt forniscono dettagliatamente le indicazioni per la gestione dell’edilizia convenzionata ai soggetti interessati. Con la messa in liquidazione del Cimep  (Consorzio intercomunale milanese per l’edilizia pubblica) dal 2012 la gestione delle procedure è cambiata sostanzialmente. Facendo venir meno un supporto gestionale delle procedure attuative che ricadono, in questa fase, sia sulle attività delle Cooperative Edilizie che sull’Amministrazione, ponendo entrambi i soggetti in posizioni di maggiore responsabilità”.