Assemblea pubblica rovente a Cologno ieri sera, mercoledì, sul centro polifunzionale. Sono intervenuti anche i vigili per riportare l’ordine.

Assemblea pubblica rovente

L’Amministrazione ha presentato il nuovo centro polifunzionale che sorgerà di fianco a palazzetto dello sport e alla scuola tra le vie Dalla Chiesa e Dall’Acqua. Un’area feste, con tanto di bar, cucina e quattrocento posti a sedere, che già aveva scatenato scontri e polemiche. Le tensioni sono culminate in una sala conferenze di Villa Casati gremita.

L’intervento dei vigili

Gli agenti della Polizia Locale sono dovuti intervenire due volte per placare gli animi. Nel primo caso l’ex consigliere comunale Pino Angelico si è messo a dibattere in maniera accesa con il sindaco Angelo Rocchi, spostando l’attenzione su un altro argomento: l'”alert system” telefonico. Ma i vigili sono stati costretti a intervenire anche pochi minuti dopo.

Urla, critiche e complimenti

Dal pubblico un cittadino si è alzato e ha iniziato a inverire contro la Giunta, dicendo di cambiare la slide proiettata. Riportava infatti gli investimenti effettuati nel periodo 2016-2018, in cui è compresa anche l’area feste: a dire dello spettatore, non erano dati appropriati all’assemblea. Ma non sono le uniche critiche arrivate durante l’ampio momento di dibattito, in cui qualcuno ha anche rivolto dei complimenti all’Amministrazione per il progetto.

Leggi anche:  Sp525, dopo l'incidente arriveranno gli autovelox

Le parole di due ragazzini

Tra i vari interventi, tra cui qualche esponente dell’opposizione, ci sono stati anche quelli di un adolescente e di una ragazzina delle medie. Il primo ha fatto domande tecniche, avanzando alcuni dubbi sul fatto che l’area verde sarà poi utilizzata dagli studenti. La seconda invece ha spiegato che “un signore che stava facendo i lavori un giorno ci ha allontanato dicendo che la serra non ci sarebbe stata più”. Il primo cittadino e l’assessore Dania Perego hanno tranquillizzato entrambi.

Il servizio completo con il resoconto della serata e gli interventi dal numero del giornale in edicola da sabato 23 giugno.