Slitta da aprile a luglio l’entrata in vigore del biglietto unico integrato nell’area metropolitana di Milano.

Biglietto unico integrato

Si dice contento il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana: “Come Regione avremo i tempi che avevamo chiesto per predisporre un progetto che tenga conto delle necessità di tutto il territorio lombardo e non soltanto di Milano”.

Da aprile si slitta a luglio

L’aumento a 2 euro del ticket per viaggiare sui mezzi pubblici, accolto con favore dai comuni dell’hinterland dove la tariffa era più alta, doveva partire, secondo quanto programmato e auspicato dal sindaco di Milano Beppe Sala e dall’assessore alla Mobilità Marco Granelli, già ad aprile. Troppo poco tempo, secondo Fontana, per prevedere gli adeguamenti con le aziende dei trasporti.

Concorde il Consiglio di Atm

Stessa convinzione del Consiglio d’amministrazione dell’Agenzia del Trasporto Pubblico Locale di Milano, Monza, Lodi e Pavia che ha deciso di apportare delle modifiche alla riforma delle tariffe. Necessario rivedere in particolare alcune tratte e capire le tempistiche per concretizzare la riforma senza problemi.

Leggi anche:  Pedina la ex per due ore, arrestato

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.