Bullismo e Cyberbullismo: 60mila euro dalla Regione per combattere un fenomeno pericoloso. Capitanio: “Fondamentale contrastare il fenomeno”.

Bullismo e Cyberbullismo: nuovi contributi dalla Regione

La Giunta regionale lombarda ha approvato lo schema di convenzione con l’Ufficio Scolastico Regionale (USR) della Lombardia per i progetti finalizzati alla prevenzione e il contrasto al fenomeno del bullismo e cyberbullismo.

La delibera, proposta dall’assessore regionale alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale, Riccardo De Corato, di concerto con l’assessore alle Politiche per la famiglia, genitorialità e pari opportunità, Silvia Piani, propone per il triennio 2019-2021 l’edizione ‘2, 3 e 4 dell’hackathon regionale’ “Rispetto e sicurezza in rete, quali le soluzioni. La parola agli studenti”.

Disponibili 60mila euro per un triennio

Il contributo della Regione Lombardia per l’attuazione del progetto è di 60.000 euro ripartiti 20.000 euro l’anno.

Dopo la sottoscrizione della convenzione con l’USR, l’iter prevede, sempre a giugno, l’emanazione della seconda edizione del bando, successivamente la costituzione della commissione di valutazione interistituzionale, ed entro l’estate gli esiti del bando stesso. Il termine di svolgimento della seconda edizione dell’hackathon regionale è previsto entro il prossimo novembre.

La parola agli assessori

“L’obiettivo della Regione Lombardia è molto semplice – ha dichiarato l’assessore Riccardo De Corato -, scuole e studenti saranno protagonisti, anche quest’anno dell’hackathon, impegnandosi direttamente su temi quali il rispetto in rete, bullismo e cyberbullismo. Dopo il successo dello scorso anno era doveroso ripetere la positiva esperienza che ha registrato il coinvolgimento di 24 istituti superiori delle province lombarde con 72 progetti presentati e 300 studenti, dai 14 anni in su, che si sono confrontati su questi 6 temi: i social, youtube, videogiochi, web reputation, hate speech e fake news”.

Leggi anche:  Palio dei rioni nostalgico per l'ultimo saluto a don Fulvio

“Su bullismo e cyberbullismo c’è grande attenzione dalla Regione Lombardia – ha aggiunto l’assessore Silvia Piani -. Abbiamo stanziato somme mirate a programmi di prevenzione e contrasto a questi particolari fenomeni. Il coinvolgimento delle famiglie è fondamentale, così come il rispetto reciproco. Tutti aspetti decisivi per il futuro della nostra società”.

Capitanio: “Mai abbassare la guardia”

Anche il deputato brianzolo Massimiliano Capitanio ha commentato lo stanziamento:

“Il contrasto al bullismo è una battaglia culturale da combattere ogni giorno, e spero che dal prossimo anno sia un perno delle lezioni di educazione civica. Ogni episodio di bullismo e di cyberbullismo rappresenta una sconfitta per tutti”

“La sinergia e l’impegno di tutti i soggetti interessati – conclude Capitanio – sono fondamentali per contrastare un fenomeno sempre più diffuso e pericoloso, sul quale nessuno può abbassare la guardia”.