Charity in the Word porta aiuti e solidarietà nel Centro Italia devastato dal terremoto: la missione durerà tutto il fine settimana.

La prima tappa a casa di una bambina leucemica

“Stamattina abbiamo salutato William papà di una bambina di 4 anni in cura al Gaslini di Genova e sottoposta a molteplici trapianti di midollo per una patologia rara – hanno raccontato Raffaele Brattoli e Maurizio Ripa – L’ultimo sembra avere avuto successo e il papà ha potuto riprendere a lavorare”.

Nel cuore del centro Italia devastato

Il gruppo, seguito da un nostro inviato, si è poi recato nel cuore della terra colpita dal terremoto, ovvero Pieve Torina. Qui Charity sostiene un progetto a favore di una famiglia di allevatori che il sisma ha messo in ginocchio. ” La prima tappa è a Nocecchia, vicino a Pieve Torina – hanno aggiunto – Luigi è un allevatore in estrema difficoltà. Ha dovuto vendere i mezzi agricoli per dar da mangiare al bestiame. Qui non ci sono macellerie. Non sa a chi vendere. L’azienda la porta avanti il figlio di 16 anni. Si lamenta perché i soldi degli aiuti non sono stati spesi per far ripartire l’economia”.