Deiezioni canine vicino alle tombe il Comune ammonisce i proprietari di animali. Succede a Carugate, dove recentemente era stato tolto il divieto di accesso ai quattrozampe al cimitero. Ma il provvedimento potrebbe essere revocato.

Deiezioni canine vicino alle tombe

“Il custode del cimitero e molti cittadini hanno tuttavia segnalato di aver rinvenuto deiezioni all’interno del posto, addirittura in prossimità di alcune tombe – si legge in una nota uscita dal Municipio -. Apprendiamo con molto disappunto e dispiacere che tali episodi si verificano anche in un luogo sacro e di raccoglimento come il cimitero”.

Situazione grave

“Riteniamo che la gravità della situazione sia di chiara evidenza – prosegue -. Siamo certi che si tratta di pochi padroni irresponsabili, che certamente non puliscono dove il loro animale sporca a prescindere da dove si trovano, che sia strada, piazza, marciapiede, giardino. Tuttavia provocano un grave danno innanzitutto al decoro e alla pulizia degli spazi pubblici, a cui si aggiunge una totale mancanza di rispetto in relazione alla dimensione spirituale e del ricordo ricoperta dal cimitero”.

Leggi anche:  Potatura alberi nel parcheggio della scuola media

Possibile revoca del permesso

Il permesso di portare con sé gli animali anche al campo santo è nato dall’esigenza di non impedire a chi si trova a spasso con il proprio cane di far visita ai cari defunti. Tuttavia se la situazione non dovesse mutare, l’Amministrazione è pronta a tornare sui propri passi.

Sanzioni

“Invitiamo pertanto i cittadini a segnalare prontamente alla Polizia Locale i comportamenti scorrettie la mancata rimozione delle deiezioni, tanto presso il cimitero quanto presso tutti i luoghi pubblici, affinché gli agenti possano intervenire e punire i maleducati”, conclude il comunicato.