Differenziata, il Comune prepara il nuovo corso. Dopo i bidoncini per plastica, carta e indifferenziata a scuola si punta ai microchip.

Differenziata nuovo corso

Il primo passo è stato fatto. E nelle scuole sono arrivati i bidoncini per la raccolta di plastica, carta e indifferenziato. Secondo il vicesindaco Alessandro Carrara si tratta però solo del primo passo. “Abbiamo iniziato dalle scuole ma abbiamo in mente di mettere in atto una vera svolta – ha commentato – Abbiamo parlato con Geco, l’azienda che si occupa dello smaltimento dei rifiuti in  paese, e vogliamo introdurre in modo sperimentale la differenziata con bidoncini microchippati a partire dal 2020”.

LA NOTIZIA SUL GIORNALE IN EDICOLA E ANCHE NELL’EDIZIONE SFOGLIABILE ONLINE PER SMARTPHONE, TABLET E PC DA SABATO 16 NOVEMBRE 2019

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE