Diga sul Brembo. Ora è lotta contro il tempo per effettuare l’intervento prima che si alzi il livello dell’acqua del Brembo.

Diga

I lavori sono stati assegnati e per l’intervento sulla briglia del Brembo, ora è scattata una vera e propria corsa contro il tempo. Arrivare alla conclusione dell’iter burocratico non è infatti stato facile per l’Amministrazione brembatese che si è messa in moto nel 2016 con l’obiettivo di sistemare la briglia, ceduta in parte, e la scala di risalita dei pesci collegata alla struttura. Lo sbarramento ha un’importanza rilevante per Brembate dal momento che serve per garantire, attraverso un salto dell’acqua di alcuni metri, di mettere in sicurezza dalla portata del fiume, alcune abitazioni.

Risorse da Regione e Consorzio di bonifica

“Avevamo segnalato il problema della briglia e la Regione aveva stanziato 140mila euro – ha spiegato il primo cittadino Mario Doneda – Ci siamo però resi conto che per fare un intervento come si deve queste risorse non erano sufficienti e quindi abbiamo cercato di reperirne altre”. A rispondere al Comune di Brembate è stato il Consorzio di bonifica della media pianura bergamasca che ha stanziato altri 140mila euro per effettuare i lavori.
“Ormai ci siamo – ha commentato Doneda – il progetto definitivo-esecutivo è stato redatto e i lavori sono stati assegnati quindi potremo dare il via ai lavori nei prossimi giorni. In totale l’intervento dovrebbe protrarsi per due mesi e l’importante sarà concludere prima dell’arrivo della primavera e soprattutto dell’innalzamento del livello delle acque del fiume. Altrimenti saremo costretti a sospendere i lavori, per procedere poi in un momento successivo quando il livello del fiume lo permetterà. E’ una lotta contro il tempo e speriamo di concludere il tutto a breve”.

Leggi anche:  Al Gran Premio di Monza anche il simulatore di guida sicura senza conducente

Il servizio completo sulla Gazzetta dell’Adda in edicola e in VERSIONE SFOGLIABILE WEB per pc, smartphone e tablet da venerdì 2 marzo