Disabile alla maratona di Gerusalemme grazie a Raffaele Brattoli di Peschiera Borromeo che ha spinto senza mai fermarsi la sua carrozzina.

Disabile alla maratona

Gli ha “prestato” le sue gambe affinché potesse realizzare un sogno e partecipare alla maratona di Gerusalemme. Raffaele Brattoli, di Peschiera Borromeo, ha reso felice Matteo Sereno, 34enne affetto da tetraparesi spastica, malattia che lo costringe a stare sulla carrozzina.

Oltre quaranta faticosi chilometri

Il peschierese non si è mai dato per vinto per quarantadue chilometri nonostante l’impresa fosse particolarmente faticosa a causa del percorso collinare. “E’ stata la mia novantesima maratona e l’ho voluta dedicare a questi ragazzi, che mi piace definire atleti speciali perché, anche se costretti sulla carrozzina, volano con il pensiero come se stessero correndo e partecipando alla gara”, ha commentato Brattoli.

Nella Gazzetta della Martesana

Tutti i dettagli nell’edizione della Gazzetta della Martesana in edicola e nell’edizione sfogliabile online per smartphone, tablet e Pc da sabato 6 aprile 2019.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.