Elisoccorso Lombardia, con gli occhiali da 007 si vede anche al buio. Nuovo importante passo avanti per il servizio di elisoccorso sul territorio lombardo.

Elisoccorso Lombardia, arrivano i visori notturni

Ieri, infatti, è arrivata l’autorizzazione da parte di ENAC, l’Ente Nazionale Aviazione Civile, all’attività di manovre “speciali” di notte con l’uso dei visori notturni. In pratica, l’elicottero del soccorso potrà verricellare l’equipe sanitaria e tecnica su siti noti e censiti. Due le condizioni per fare questo: l’utilizzo dei visori notturni, tecnologia all’avanguardia che permette ai piloti di vedere come di giorno, e la disponibilità di questi siti, denominati siti HOIST, che consentono le manovre speciali. Si tratta di prati, zone in prossimità di rifugi, zone vicine a strade difficili. Tutte aree che sono state censite e rese disponibili nel gestionale affinché le Sale Operative interessate, al momento quella di Como e di Bergamo, ne possano usufruire.

I siti Hoist

La mappa dei siti Hoist dove è già possibile atterrare.

A regime i siti HOIST saranno più di settanta sull’intero territorio lombardo. Per ora l’utilizzo è limitato all’elicottero della Base di Como. La notizia dell’autorizzazione di Enac era attesa, e non a caso, presso le Sale Operative di Bergamo e Como, è stata effettuata nelle ultime settimane la formazione/informazione degli operatori.

Leggi anche:  Morsa da un cane: 31enne soccorsa dal 118

I numeri dell’elisoccorso lombardo

L’elisoccorso in Lombardia sta diventando sempre più protagonista degli interventi di soccorso. Qui sotto la tabella che illustra l’aumento dell’attività, e sotto ancora il dettaglio delle missioni notturne, che con questa autorizzazione di Enac avranno un ancora maggiore sviluppo.

Ecco, invece, le missioni notturne che ora subiranno un netto aumento:

TORNA ALLA HOME