Falsificano il certificato vaccinale della figlia: genitori indagati dalla Procura di Lecco.  Come riporta l’Ansa l’ipotesi di reato su cui indagano gli uffici di Corso Promessi Sposi è “falsità materiale commessa dal privato”.

Falsificano il certificato vaccinale della figlia

Al centro della complicata vicenda, emersa a seguito di controlli campione,  una coppia di genitori residente in provincia di Bergamo la cui bimba frequenta però un asilo nel Lecchese. Secondo l’ipotesi accusatoria, attualmente al vaglio, mamma e papà averebbero artefatto le date su alcuni certificati relativi alle vaccinazioni proprio per consentire l’iscrizione della piccola alla scuola d’infanzia. La volontà dei genitori pare sia stata non quella di truffare, bensì quanto meno di prendere tempo cercando di posticipare la vaccinazione.

Genitori indagati dalla Procura di Lecco

Sembra infatti che all’interno del nucleo familiare materno ci sia un precedente. Ad una parente stretta della madre sarebbe stato infatti riconosciuto un danno da vaccino. Mamma e papà, ora sotto la lente degli  inquirenti avrebbero inoltre chiesto un appuntamento all’Ats per un’analisi approfondita del caso. Consulto che non si sarebbe ancora svolto. Da lì, forse, la decisione di cambiare le date. Ora la piccola dovrà essere vaccinata entro il prossimo 27 marzo altrimenti verrà allontanata dall’asilo.

Ma cosa dice la legge?

Ecco tutti gli gli adempimenti per l’iscrizione a scuola riportati sul sito dell’Ats Brianza a cui fa capo la Provincia di Lecco

Le vaccinazioni obbligatorie per legge sono di seguito indicate:

  • anti-poliomelitica;
  • anti-difterica;
  • anti-tetanica;
  • anti-epatite B;
  • anti-pertosse;
  • anti Haemophilus influenzae tipo B;
  • anti-morbillo;
  • anti-rosolia;
  • anti-parotite;
  • anti-varicella (a partire dai nati nell’anno 2017).

L’obbligo di vaccinazione è da intendersi in riferimento alla coorte di nascita di appartenenza (età 0-16 anni), secondo le indicazioni del Calendario allegato al Piano Nazionale di Prevenzione Vaccinale vigente nel proprio anno di nascita.

Di seguito per ogni classe di età,  sono elencati i vaccini e le rispettive dosi che ogni soggetto deve aver ricevuto al fine di rispettare l’obbligo vaccinale:

  • bambini fino a 11 mesi
    • 1 dose di vaccinazione anti-poliomelitica, anti-difterica, anti-tetanica, anti-epatite B, anti-pertosse, anti Haemophilus influenzae tipo B.
  • bambini da 12 a 17 mesi
    • 2 dosi di vaccinazione anti-poliomelitica, anti-difterica, anti-tetanica, anti-epatite B, anti-pertosse, anti Haemophilus influenzae tipo B  (è sufficiente 1   dose di Haemophilus influenzae tipo B  nel caso in cui la 1° dose sia stata somministrata dopo il compimento del primo anno di vita).
  • bambini da 18 mesi a 6 anni
    • 3 dosi di vaccinazione anti-poliomelitica, anti-difterica, anti-tetanica, anti-epatite B, anti-pertosse, (è sufficiente 1   dose di Haemophilus influenzae tipo B  nel caso in cui la 1° dose sia stata somministrata dopo il compimento del primo anno di vita).
    • 1 dose di vaccinazione anti-morbillo, antiparotite, antirosolia.
  • bambini/ragazzi da 7 anni a 15 anni
    • 4 dosi di vaccinazione anti-poliomelitica, anti-difterica, anti-tetanica, anti-pertosse.
    • 3 dosi di vaccinazione anti-epatite B.
    • 3 dosi di Haemophilus influenzae tipo B (è sufficiente 1   dose di Haemophilus influenzae tipo B  nel caso in cui la 1° dose sia stata somministrata dopo il compimento del primo anno di vita).
    • 2 dosi di vaccinazione anti-morbillo, antiparotite, antirosolia.
  • ragazzi di 16 anni fino al compimento del 17° anno
    • 5 dosi di vaccinazione anti-poliomelitica, anti-difterica, anti-tetanica, anti-pertosse; si specifica che 4 sono sufficienti per l’adempimento se non sono passati 9 anni dalla dose di richiamo prevista in età pre-scolare (5-6 anni).
    • 3 dosi di vaccinazione anti-epatite B.
    • 3 dosi di Haemophilus influenzae tipo B (è sufficiente 1   dose di Haemophilus influenzae tipo B  nel caso in cui la 1° dose sia stata somministrata dopo il compimento del primo anno di vita).
    • 2 dosi di vaccinazione anti-morbillo, antiparotite, antirosolia.
Leggi anche:  Primarie Pd: anche nel Lecchese stravince Zingaretti

I minori che, nella fascia corrispondente alla propria età,  hanno un numero di dosi inferiore a quello indicato sono inadempienti.

Leggi anche:  Auguri di Buon Ferragosto: le frasi e le immagini più divertenti da inviare

Sono esonerati dall’obbligo di vaccinazione:

  • i soggetti immunizzati per effetto della malattia naturale. Ad esempio i bambini che hanno già contratto la varicella non dovranno vaccinarsi contro tale malattia;
  • i soggetti che si trovano in specifiche condizioni cliniche documentate, attestate dal medico di medicina generale o dal pediatra di libera scelta. Ad esempio per i soggetti che abbiano avuto pregresse gravi reazioni allergiche al vaccino o ad uno dei suoi componenti.

Le attestazioni da parte di Medici di Medicina Generale e di Pediatri di Famiglia di avvenuta immunizzazione per malattia naturale o controindicazione alla vaccinazione saranno rilasciate gratuitamente.
L’eventuale decisione del curante (Medico o Pediatra di Famiglia) di sottoporre il soggetto a ricerca anticorpale  non  può  essere eseguita gratuitamente (tramite SSN), ma il costo è da intendersi totalmente a carico dell’interessato.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI