Gattino ferito salvo per miracolo cerca il suo padrone. E’ successo a Bettola, frazione di Pozzo d’Adda, nei giorni scorsi.

Gattino ferito cerca il padrone

Nei giorni scorsi in via Tobagi Virginio Provenzi, proprietario di una villetta all’angolo con via Allende, è stato attirato dal proprio cane che abbaiava insistentemente in un angolo del giardino. Lì, nascosto tra le piante, si trovava un gattino nero di circa sei mesi gravemente ferito e agonizzante. La zampa anteriore destra, fin sotto al collo, riportava una profonda ferita in alcuni punti già infetta.

I primi soccorsi

“L’ho avvolto in una coperta e ho subito cercato di capire cosa potessi fare – ha raccontato Provenzi – Ho chiamato il Comune e l’Ente nazionale per la protezione degli animali, ma poi ho pensato non ci fosse tempo e sono andato dal mio veterinario a Vaprio”. Il gatto è arrivato in condizioni gravi, ma è stato curato gratuitamente dalla clinica veterinaria Passoni e sembra aver ripreso tutte le proprie funzionalità senza ulteriori conseguenze.

Leggi anche:  Polemiche sul Villaggio di Natale di Milano: “Altro che Sogno, delusione totale”

La causa

A causare il ferimento sembra essere stato un filo di nylon azzuro con dei campanellini che il gatto portava al collo. Nel tentativo di toglierselo l’animale è rimasto incastrato e si è letteralmente strappato la pelle dalla zampa anteriore destra, provocandosi una profonda ferita e andandosi poi a rifugiare nel giardino di via Tobagi dove è stato soccorso.

Il gattino di sei mesi in clinica

L’appello

“Racconto questa storia perché vorrei che tutti fossero stimolati ad aiutare un animale in difficoltà – ha concluso Provenzi – Quando l’ho visto così piccolo e così malmesso ho pensato che dovessi per forza fare qualcosa per lui. Vorrei poi riuscissimo a trovare il suo proprietario, in modo che possa tornare a casa. La collanina che aveva al collo fa pensare non fosse un randagio. Se qualcuno lo riconoscesse, è ancora in clinica a Vaprio”.

Torna alla home per le altre notizie di oggi