Gelso d’oro, ecco i quattro benemeriti di Cernusco: c’è un sacerdote che non opera in città. Il massimo riconoscimento sarà consegnato durante la Patronale di San Giuseppe.

Gelso d’oro, quattro benemeriti

Un’associazione, due personaggi noti e un omaggio a una persona scomparsa lo scorso anno che tanto ha dato alla città. Durante la 97esima edizione della Festa di San Giuseppe di Cernusco, in programma il prossimo fine settimana, saranno consegnati i Gelsi d’oro, massimi riconoscimenti cittadini. La cerimonia si svolgerà giovedì 14 marzo 2019 alle 21 in Agorà. Ecco i quattro benemeriti.

LA BANDA DE CERNUSC – Corpo Musicale e Majorettes

Per la promozione e la diffusione della cultura musicale, lo sviluppo dell’associazionismo e volontariato musicale, l’attività didattica, l’incentivazione di scambi culturali e gemellaggi musicali e per aver avvicinato al fantastico mondo della musica, nel corso dei 140 anni della sua storia, migliaia di ragazze e ragazzi. 

FRANCO MUSSIDA

Per gli straordinari successi conseguiti nel mondo della musica italiana e internazionale, per i progetti didattici ed educativi e per la continua attenzione ai più fragili.

DON PAOLO STEFFANO

Leggi anche:  Brebemi, cresce il traffico ma i conti restano in rosso: “Tariffe troppo alte”

Per essere stato artefice negli anni della sua presenza a Cernusco sul Naviglio (1996 -2004) di innumerevoli iniziative di dialogo tra il mondo civile e religioso: palestra di esperienze che gli sono servite per il grande lavoro a Baranzate negli anni successivi, e per il quale lo scorso 2 febbraio 2018 ha ricevuto l’Onorificenza al Merito della Repubblica dal Presidente Mattarella.

LEVATI ANGELO – alla memoria

Per una vita spesa nella promozione di una cultura di pace in ambito locale, regionale e internazionale e per il quotidiano impegno umano, sociale e politico profuso a servizio di tutta la comunità cernuschese.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.