Ieri, 3 luglio 2019, la mantovana Antonella Forattini, consigliere regionale del Partito democratico, ha comunicato che sul fronte emergenza treni, la proposta del Pd è quella di “ripagare” i pendolari di Trenord per i disagi patiti con un abbonamento gratis a settembre.

Emergenza treni: Forattini  contro il “servizio penoso” di Trenord

Niente aumenti e adeguamento Istat sui biglietti dei treni? Ci mancherebbe altro, visto il servizio penoso che Trenord sta dando ai viaggiatori lombardi. Bisogna fare ben altro per risarcire, almeno in parte, i pendolari di tutti i danni subiti ormai regolarmente, tra ritardi, cancellazioni e disagi di ogni tipo”.

Commenta così Antonella Forattini le affermazioni fatte ieri nel tardo pomeriggio in Consiglio regionale dall’assessore ai Trasporti Terzi, che aveva annunciato l’intenzione della giunta di non aumentare i prezzi dei biglietti.

Le affermazioni fatte dall’Assessore ai trasporti sull’emergenza treni

“La Terzi pensava, forse, furbescamente di evitare così le polemiche. Invece, la pezza che propone è ai limiti del ridicolo. Per questo noi del Gruppo Pd chiediamo che Regione e Trenord si impegnino con ben altri sforzi per risarcire in parte i danni causati da un servizio ferroviario ai limiti della decenza per una Regione come la Lombardia: vogliamo che, almeno per il mese di settembre, l’abbonamento per i pendolari sia gratuito. Depositeremo a breve la nostra proposta sotto forma di mozione e ci auguriamo che venga discussa in Aula insieme a quella che ci è stata negata ieri.”

Serve una gara europea per risolvere il problema

Continua Forattini sostenendo che:

“La gestione lombarda del trasporto ferroviario evidentemente non funziona, eppure il centrodestra continua a non fare nulla. Io continuo a ritenere che l’attuale governance di Trenord non funzioni e che serva da subito una gara europea, unica soluzione per realizzare un servizio ferroviario dignitoso”.