Il portavoce dei malati in Europa è Marco Greco, avvocato gorgonzolese.

Portavoce dei malati

Conosce bene ciò di cui parla l’avvocato Marco Greco di Gorgonzola, che a 17 anni ha scoperto di avere il morbo di Crohn (malattia infiammatoria dell’intestino, ndr). L’uomo è stato nominato membro del Consiglio d’amministrazione di Ema, agenzia europea per i medicinali.
L’annuncio è avvenuto durante il Consiglio di lunedì sera, dato che l’incarico porta prestigio al nome della città.
Greco è un avvocato che ha dedicato 25 anni della sua vita nel volontariato all’interno delle associazioni di pazienti e da cinque presiede l’Epf (European patients’ forum), diventato un riferimento per la Commissione europea sulle politiche sanitarie.

Un pecorso cominciato da giovane

Il gorgonzolese si è avvicinato a questo mondo in gioventù. “Al primo anno di Giurisprudenza all’Università Cattolica ho iniziato a frequentare Amici Onlus, l’associazione nazionale per le malattie infiammatorie croniche dell’intestino – ha spiegato – L’allora presidente mi chiese di occuparmi delle pratiche per la valutazione delle esenzioni per il servizio militare e nel 1999 sono stato mandato all’incontro della Federazione europea, dove è nato il mio grande amore”.
Tutti i dettagli sul numero della Gazzetta della Martesana in edicola e online da sabato 6 luglio 2019.

Leggi anche:  Il Comune invita le donne a imparare a difendersi

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.