Si chiama Elena Criscuolo, ha 32 anni, è segratese e si è aggiudicata il premio come miglior giovane virologa d’Italia. Il sindaco Paolo Micheli l’ha incontrata oggi, lunedì 25 marzo 2019, in Comune.

La segratese Elena Criscuolo è la miglior virologa d’Italia

Elena si è laureata in Biotecnologie triennale e magistrale all’Università Vita–Salute San Raffaele, dove ha conseguito anche il dottorato.
E’ una ricercatrice che è riuscita a poter svolgere il proprio lavoro stabilmente in Italia, fatto che considera molto positivo: ha potuto così iniziare e seguire da vicino il progetto di ricerca, senza parentesi estere e senza dover ripartire ogni volta da zero. Far parte di un team di scienziati del San Raffaele, inoltre, significa operare in un centro di assoluta eccellenza che si interfaccia e collabora con università italiane, americane e straniere, in un perfetto lavoro di squadra.
Elena è stata premiata dalla Fondazione Carlo Erba che erogherà un contributo per il suo progetto della durata di due anni sugli anticorpi che normalmente il corpo umano produce in caso di infezioni virali. L’obiettivo dello studio, sotto la guida del professor Massimo Clementi, Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Vita-Salute San Raffaele, è quello di bloccare il virus prima che entri in contatto con la cellula bersaglio. Del gruppo di ricerca fa parte anche il noto virologo Roberto Burioni, cui nel 2018 l’Amministrazione comunale ha conferito la benemerenza civica Ape d’Oro.
Il sindaco Paolo Micheli ha consegnato a Elena Criscuolo una pergamena a nome della Città: “riconoscendola talento e orgoglio segratese, esempio da seguire per essere portatori di cambiamenti positivi nella società”.

Leggi anche:  Braccio di ferro... d'oro per un atleta vapriese

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI