L’erba del parco diventa foraggio per le mucche da latte. Il Comune rinnova la convenzione con un’azienda agricola, che si occuperà degli sfalci.

L’erba tagliata non si butta: diventa foraggio

Accordo che funziona non si cambia. La Giunta sestese ha deciso di rinnovare per un altro anno (fino a maggio 2020) la convenzione in vigore con l’azienda agricola Fratelli Brigatti di Brugherio. Gli sfalci dell’erba del Parco rurale di Cascina Gatti, a Sesto San Giovanni, continueranno a sfamare le mucche da latte della fattoria. L’obiettivo è quello di unire l’”utile” all’”utile”: da una parte, garantire la manutenzione e il taglio dell’erba dell’ampia area verde; dall’altra fornire il foraggio al bestiame. Si parla di terreni pubblici con una superficie complessiva pari a più di 160mila metri quadrati, inseriti all’interno dei confini del Parco della Media Valle del Lambro e nati dell’ambito del Piano integrato d’intervento di Cascina Gatti. L’area interessata dal progetto è di circa 60mila metri quadrati, al netto delle rogge e dei percorsi pedonali.

Leggi anche:  Non voleva farsi ricoverare il 93enne che ha ucciso la moglie

Il Comune risparmia 20mila euro ogni anno

La modalità scelta rimane quella del comodato agricolo gratuito: il titolare dell’azienda agricola di Brugherio, infatti, si occuperà della lavorazione, dello spianamento, della semina e dei successivi sfalci periodici (tre in un anno) del terreno a prato. Parallelamente l’Amministrazione comunale porterà a casa la garanzia di una manutenzione regolare del Parco rurale, con un risparmio annuo, per le casse municipali, di circa 20mila euro.