Maltempo, altra tromba d’aria in Lombardia . Questa volta è toccato al Mantovano fare i conti con danni e allagamenti.

Maltempo nel Mantovano

Dopo i danni dei giorni scorsi in Martesana una nuova tromba d’aria ha colpito la Lombardia. Questa volta il nubifragio è avvenuto nel Mantovano, nelle prime ore di questa mattina colpendo in particolar modo la zona orientale al confine con Verona. Alberi e tegole sradicati, blackout e allagamenti di cantine a Castel d’Ario, Roverbella e Castelbelforte. La tromba d’aria ha colpito anche alcune zone dell’Alto mantovano e in particolar modo Medole.

LEGGI QUI DEI DANNI DEL MALTEMPO IN MARTESANA

LEGGI QUI DELLA TROMBA D’ARIA DI POZZO D’ADDA

LEGGI QUI DEL POST TROMBA D’ARIA A POZZO

Mais e vigneti

Colpite duramente le coltivazioni di mais e vigneti con aziende agricole allagate e tetti scoperchiati. E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti sugli effetti dell’ultima ondata di maltempo in una estate iniziata con la caduta del 124% di pioggia in più a giugno dopo che la primavera ha fatto segnare una anomalia del +21% rispetto alla media storica, secondo elaborazioni Coldiretti su dati Isac Cnr.

Leggi anche:  Fuga dei medici di base: nessuno vuole uno studio a Sant'Agata

Cambiamenti climatici in atto

In questa fase stagionale è la grandine – precisa la Coldiretti – l’evento più grave per gli agricoltori perché causa danni irreversibili e provoca la perdita dell’intero raccolto dopo un anno di lavoro. Sono gli effetti – sottolinea la Coldiretti – dei cambiamenti climatici in atto che si manifestano con la più elevata frequenza di eventi estremi con sfasamenti stagionali, precipitazioni brevi ed intense ed il rapido passaggio dal sole al maltempo. Uno sconvolgimento che impatta duramente sull’attività agricola. Dall’inizio dell’anno – conclude la Coldiretti – sono oltre mezzo miliardo i danni provocati dal maltempo all’agricoltura.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI