Maltempo, primavera “maledetta” nelle campagne: stalle scoperchiate, grandine su meloni, vigne e mais. La testimonianza di un agricoltore di Settala.

Maltempo, primavera “maledetta” nelle campagne

Una nuova ondata di maltempo ha colpito la Lombardia in questa primavera segnata da eventi estremi dopo un inverno caldo e siccitoso. Nelle ultime ore grandine, vento forte e piogge abbondanti hanno flagellato le campagne in diverse zone provocando danni a mais, frumento, orzo, vigneti, frutta, verdura e problemi alle strutture come serre, tunnel e tetti di stalle scoperchiati. E’ quanto emerge dal primo monitoraggio della Coldiretti Lombardia, con i tecnici delle varie province impegnati in questi minuti a raccogliere le segnalazioni dai territori colpiti.

LEGGI ANCHE:Fulmine incendia un albero e grandine VIDEO

Alberi abbattuti e danni alle coltivazioni

Nel milanese, la grandine ha tritato campi di orzo, frumento, mais e ortaggi in pieno campo, mentre il vento ha abbattuto numerosi alberi: la zona più colpita è quella a ovest del capoluogo, con epicentro tra Parabiago, Arluno, Arconate e Villa Cortese. A sud est, colpita con maggiore intensità la zona di Melzo e in parte anche il lodigiano, anche lì con alberi abbattuti e coltivazioni allettate.

Leggi anche:  Sociale, sport, fede e impegno: ecco i cittadini benemeriti

La testimonianza di un agricoltore

“Qui ha colpito praticamente tutto – ha spiegato Paolo Bruni, agricoltore di Settala –. I danni su 5 ettari di pomodoro e su 4 ettari di orzo sono evidenti: nel caso dell’orzo tre quarti di ogni spiga non ci sono più. Rasi anche 10 ettari di mais, ma lì bisognerà aspettare un po’ per capire meglio come è andata. Danni anche sui terreni a Mulazzano, in provincia di Lodi”.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI