Melzo terra di scienziati e di ricercatori, anche da esportazione. Ieri, mercoledì 6 febbraio, si sono presentati alla città in un incontro organizzato dal Centro culturale Marcello Candia.

Melzo terra di scienza

Una iniziativa che parte dalla felice intuizione di Mario Gargantini, giornalista e presidente del Centro culturale, che in occasione della presentazione del suo ultimo libro “Scienziati in città” , ha deciso di riunire i melzesi che lavorano in ambito scientifico. In Italia, ma non solo.

Grande partecipazione

In una sala Vallaperti esaurita in ogni ordine di posto (anzi c’è stato bisogno di aggiungere sedie), Gargantini ha prima inquadrato il suo ultimo lavoro. “L’idea era quella di raccontare la scienza e gli scienziati inserendoli all’interno dell’ambiente e del contesto in cui sono vissuti – ha raccontato – Questo perché l’ambiente ha condizionato e talvolta causato le scoperte da loro effettuate”. Ventuno scienziati indagati non tanto per le ricerche da loro effettuate, ma per le storie che portano con sé.

Ricercatori melzesi

Al termine della presentazione del libro, introdotta da Roberto Manzotti moderatore della serata, è stato il turno di presentare gli scienziati di Melzo. In ordine hanno preso la parola  Andrea Bignami (ingegnere nucleare), Clarissa Consolandi (biologa ricercatrice presso il Cnr), Silvia Bombelli (biologa ricercatrice presso l’Università Bicocca) e Matteo Audano (biologo ricercatore presso l’Università Bicocca).

Leggi anche:  Gli Alpini a Canonica ridipingono l'asilo durante le ferie

Ricercatori in trasferta

Interessante poi il contributo lasciato dagli studiosi melzesi che hanno lasciato la loro città. A cominciare da Matteo Riboni, biologo trasferitosi con la famiglia in Australia, Adelaide, per portare avanti la sua ricerca. Tra i giovanissimi, invece, Daniele Tusi fisico attualmente a Sesto Fiorentino per completare il dottorato.

Il racconto della serata, l’approfondimento sugli studi degli scienziati melzesi lo trovate sul giornale in edicola e nella versione online per Pc, Smartphone e Tablet a partire da sabato 9 febbraio. 

TORNA ALLA HOME PAGE PER IL RESTO DELLE NOTIZIE.