Nuova assemblea pubblica sul progetto di interramento del laghetto. L’appuntamento è per mercoledì sera in oratorio.

Nuova assemblea sul laghetto di Cava Gabbana

Una petizione online lanciata sulla piattaforma Change.org e una nuova assemblea pubblica in programma per mercoledì sera. Il comitato Salviamo il lago Gabbana di Vimodrone non abbassa la guardia, nella settimana (quella appena trascorsa) durante la quale i Consigli dei Comuni che fanno parte del Plis Est delle Cave hanno concluso la discussione della mozione “salva laghetto” presentata dagli esponenti leghisti dei singoli Municipi. A chiudere l’elenco delle Amministrazioni chiamate a discutere delle sorti dello specchio d’acqua sono stati i parlamentini di Carugate e Cernusco sul Naviglio, quest’ultimo ente capofila del Plis nel quale, nel corso del 2020, entrerà anche Segrate. A Carugate l’Amministrazione Maggioni ha fatto quadrato, respingendo la mozione. Diversamente è andata a Cernusco: martedì, il documento lumbard è stato approvato all’unanimità.
Intanto all’orizzonte c’è già il secondo incontro pubblico promosso dai cittadini che (riuniti nel comitato) sono stati i primi a sollevare il caso del progetto di interramento del laghetto ai confini con Cologno Monzese. L’appuntamento è per mercoledì 4 dicembre, alle 21, all’oratorio della parrocchia Dio Trinità d’Amore di piazzale Beato Piergiorgio Frassati 2, a Vimodrone. Una location scelta solo per la disponibilità della sala, la stessa utilizzata in occasione della prima assemblea tenutasi il 22 ottobre. “Daremo aggiornamenti sulla situazione e sarà un’occasione di confronto con tutti gli attori interessati: cittadini, comitato, associazioni, Comune e membri del Plis”, hanno spiegato gli organizzatori. Il dibattito sarà moderato dal nostro collega della Gazzetta della Martesana Fabio Ralli.
A essere invitati sono stati, tra gli altri, il sindaco Dario Veneroni e i primi cittadini e consiglieri degli altri Municipi che appartengono al Plis.

Leggi anche:  Blitz della Guardia di Finanza in Comune per l'appalto scuolabus

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI