Sono undici le nuove intitolazioni decise dalla Giunta comunale e approvate dalla Prefettura che riordinano la toponomastica di Milano 2, Redecesio e attorno all’Idroscalo. Ci sono anche Giorgio Gaber e Mario Schifano.

Nuove vie: Milano 2

A Milano 2 sono stati rinominati alcuni tratti stradali che sino ad oggi appartenevano all’articolato tracciato della “Strada di Spina Milano 2” (che nella nuova denominazione diventa più semplicemente “Strada di Spina”), o non avevano denominazione e anche alle tre strade di arroccamento per distinguere l’una dalle altre. Una situazione che generava confusione nella ricerca e situazioni di difficoltà nel recapito delle merci e nell’individuazione del luogo d’intervento da parte dei mezzi di soccorso. I nuovi nomi delle vie sono stati scelti rimanendo fedeli alla toponomastica e alla cartografia del passato quando Milano 2 ancora non esisteva e la zona era un intreccio di strade bianche che conducevano alle cascine:
Strada di Olgia Vecchia (da via Fratelli Cervi al Centro Direzionale)
Strada di Olgia Nuova (dal centro direzionale alla Strada di Spina)
Strada di San Gregorio (da via Fratelli Cervi alla Strada di Spina – rotonda del Centro Civico)
Strada degli Ovi (dalla Strada di Spina a via Olgia)
Alle Strade di arroccamento è stata aggiunta invece l’indicazione cardinale Nord, Est, Sud. Queste nuove denominazioni non coinvolgono direttamente i residenti del quartiere, già interessati lo scorso novembre dall’adeguamento della toponomastica comunale per l’effetto della migrazione dell’Anagrafe del Comune nell’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR).

Gli omaggi a Gaber e Schifano

Nuovi nomi anche per la variante di via Modigliani che diventa via Mario Schifano, in onore del pittore rappresentante della pop art italiana ed europea e per la bretella di San Felice dedicata alla memoria di Giorgio Gaber, musicista e cantautore, indiscutibilmente uno dei più importanti e raffinati artisti della nostra epoca e certamente tra i massimi interpreti della cultura milanese.

Leggi anche:  Ancora belle giornate sulla Lombardia. Da venerdì clima più fresco PREVISIONI METEO

Redecesio

L’attuale via Redecesio, nel tratto dalla rotonda di via Giotto al rondò di via Lambretta-Guzzi (futura strada con vista sul Centro Westfield), si chiamerà via Martiri di Cefalonia, omaggio segratese a tutti i caduti della Seconda Guerra Mondiale e in particolare ai valorosi soldati italiani della Divisione Acqui uccisi nel corso della battaglia sull’isola greca del settembre del 1943, primo evento della Resistenza finito in tragedia che verrà ricordato quest’anno nel 75° anniversario.

Dopo la dedica a Enzo Jannacci, Segrate rende omaggio ad altri grandi artisti italiani e milanesi e ai nostri caduti in guerra – commenta il sindaco Paolo Micheli –  Inoltre a 45 anni dalla sua costruzione mettiamo ordine alla toponomastica di Milano 2, ponendo fine a situazioni di confusione”.

segrate via enzo jannacci

Guarda le mappe delle vie

Strade di Arroccamento Nord, Est, Sud

Strada di San Gregorio, Olgia Vecchia e Olgia Nuova

Strada di Spina

Strada degli Ovi

Via Giorgio Gaber

Via Martiri di Cefalonia

Via Mario Schifano