Operazione militare turca nel Nord-Est della Siria. Il Consiglio comunale approva all’unanimità una mozione di mobilitazione.

Operazione militare nel Rojava

Il Consiglio comunale gessatese si è mobilitato contro l’azione militare turca nel Nord Est della Siria. Ora, Recep Tayyip Erdoğan, ha un avversario in più sul complesso scacchiere mediorentale e soprattutto sulla spinosa questione curda. Ieri sera, lunedì, il Consiglio comunale gessatese ha, infatti, approvato all’unanimità una mozione di mobilitazione in risposta all’offensiva militare turca nel Rojava presentata dal gruppo di maggioranza per bocca del capogruppo Andrea Distaso.  Presentando il documento Distaso ha ripercorso il doloroso passato del popolo curdo fin dalla caduta dell’impero ottomano, subito dopo la Prima guerra mandiale. Nel loro documento, gli esponenti della maggioranza hanno chiesto a sindaco e Giunta di impegnarsi, tramite i canali istituzionali, per interrompere la vendita di armi ad Ankara e attivarsi per riportare la pace nella zona. La mozione è stata arricchita da un emendamento presentato da Centrodestra X Gessate che ha chiesto di aggiungere la richiesta di interruzione dei trattati per l’ingresso della Turchia nella Ue e qualsiasi forma di finanziamenti ad Ankara.

Leggi anche:  Cent'anni della Motta, Gessate presente alla celebrazione

 

 

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE