Cede una grata e fa un volo di 13 metri nel parcheggio interrato. E’ accaduto venerdì 5 luglio 2019 all’ospedale San Raffaele di Milano.

Cede una grata e fa un volo di 13 metri

E’ caduto per 13 metri eppure è miracolosamente salvo; seppur l’atterraggio sia stato violentissimo, ma per fortuna è stato attutito dallo zaino che aveva sulle spalle. Forse è stato proprio questo a salvare Ivano Passoni, commercialista monzese di 53 anni, caduto venerdì sera all’interno del silos interrato dell’ospedale San Raffaele di Milano. Ora è ricoverato nel reparto di Terapia intensiva con fratture a gambe e bacino, ma non sarebbe in pericolo di vita.

La dinamica

Sono quasi le 23, quando uno dei vigilantes della struttura clinica sente urlare: «Aiuto, aiuto». L’addetto alla sorveglianza non riesce a capire da dove provengano le urla e chiama subito il 112. Una volta sul posto, gli agenti delle Volanti si accorgono di un buco in una griglia, in una piccola area verde davanti all’hotel Rafael (l’albergo che ospita i parenti dei pazienti), e da quel punto riescono a individuare il corpo di Passoni, tre piani più in basso della superficie, all’interno dell’autosilo. Il 53enne, che si trovava lì per assistere un parente ricoverato, viene subito portato in pronto soccorso, e da lì in Terapia intensiva; se la caverà, anche se ha riportato gravi traumi nella caduta.

Leggi anche:  Tutta Rivolta all'ultima messa di don Luca Bosio

La situazione

Stando alle prime informazioni, a cedere è stata una grata della griglia, che con ogni probabilità non era ancorata al resto della struttura ma solo saldata a un’altra grata. La zona è stata subito interdetta, e in vista degli accertamenti investigativi.

Clicca qui per tornare alla home page e leggere altre notizie del giorno.