Panettone d’oro, premio alla virtù civica, al fondatore dell’Università delle tre età. Ieri, venerdì 9 febbraio 2019, la cerimonia di premiazione a Milano.

Panettone d’oro a un vimodronese

Il vimodronese Landuccio De Stefani ha ricevuto il premio alla virtù civica Panettone d’oro 2019, il prestigioso riconoscimento, ideato a metà degli anni Novanta dal Coordinamento comitati milanesi, che la Città metropolitana di Milano riserva a chi abbia mostrato una concreta rispondenza ai principi del vivere civico operando attivamente a favore delle categorie più deboli e contribuendo a migliorare la qualità della vita anche nei quartieri più difficili. Oltre alle persone che si sono distinte per il loro impegno sociale, sono state assegnate 15 menzioni speciali ad altrettante associazioni che quotidianamente mettono in pratica e aiutano a diffondere un esemplare comportamento civico nel tessuto urbano.

De Stefani con Veneroni

Un Premio alla virtù civica

Anche quest’anno il premio alla virtù civica Panettone d’oro, giunto alla sua ventesima edizione, ha visto il sostegno di Comieco (Consorzio nazionale recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica), di Amsa-Gruppo A2A e di un cartello di associazioni cittadine (Assoedilizia, Amici di Milano, Associazione Sao, Csv Milano, City Angels e Legambiente).  La consegna è avvenuta presso il Teatro dell’Arte della Triennale, alla presenza del sindaco di Milano Giuseppe Sala e del presidente della Triennale Stefano Boeri. Nel corso dell’evento l’Arcivescovo di Milano Mario Delpini ha tenuto una lectio magistralis e sono stati proiettati alcuni video realizzati dagli studenti della Civica scuola di cinema Luchino Visconti – Fondazione Milano.

Leggi anche:  Alcol, malori e infortuni SIRENE DI NOTTE

Fondatore dell’Università delle tre età

“Da sempre impegnato a Vimodrone, si è dedicato con passione anche a costituire l’Università delle tre età, che offre opportunità di formazione alla cittadinanza, prevalentemente a quella in pensione ma non solo. Un lavoro molto apprezzato come dimostrato dalle numerose iscrizioni”, sono le motivazioni che hanno portato all’assegnazione del riconoscimento a De Stefani, presente con il sindaco Dario Veneroni.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI