Erano privi della (obbligatoria) etichettatura: da qui la decisione della Polizia Locale di Brescia di sequestrare 250 panettoni presenti sugli scaffali di una rivendita

Il sequestro di panettoni

L’intervento è scattato sabato, ma la notizia è stata ufficializzata solo pochi minuti fa,  a seguito di una segnalazione di un privato cittadino. Da qui l’intervento del personale di vigilanza dell’Equipe territoriale Igiene di Brescia che ha effettuato una ispezione in una rivendita ambulante di prodotti alimentari, posizionata nella zona di largo
Formentone/corso Mameli di Brescia. Durante l’ispezione, realizzata congiuntamente con operatori della Polizia Locale, è stata accertata la presenza di 250 panettoni artigianali privi di regolare etichettatura e di rintracciabilità e sprovvisti di qualsiasi protezione (imballaggi, vetrine); comportamento idoneo a pregiudicare la salubrità  dell’alimento esponendolo a rischi di contaminazione. A tutela della salute pubblica e della sicurezza alimentare gli operatori presenti hanno disposto, nei confronti del titolare della ditta, l’immediata sospensione alla
commercializzazione dei prodotti alimentari risultati “non conformi”; i panettoni sono inoltre stati ritirati dal commercio e ne è stata disposta la distruzione tramite ditta autorizzata.