Papa Francesco risponde a Viganò in seguito alle pesanti accuse rivolte alla Chiesa di Roma.

Papa Francesco risponde a Viganò

E’ arrivata la risposta del pontefice alle pesanti accuse mosse dall’alto prelato lombardo Carlo Maria Viganò, l’ex nunzio che ha accusato Francesco e diversi uomini di Chiesa di aver coperto la doppia vita del cardinale Theodore MacCarrick. Il suo documento – che ha fatto scalpore è stato rinominato Vatileaks – 11 pagine in cui Viganò sostiene che Papa Francesco avesse deliberatamente ignorato gli abusi sessuali perpetrati su minori del cardinale statunitense. Accuse di una gravità inaudita che vanno, per prima cosa, convalidate e verificate in maniera adeguata.

La risposta del Vaticano

Papa Francesco si esprime “trasversalmente” sulla vicenda: “La verità è mite, la verità è silenziosa. Con le persone che cercano soltanto lo scandalo, che cercano soltanto la divisione, l’unica strada da percorrere è quella del “silenzio” e della “preghiera”.

Carlo Maria Viganò: lo “sterminatore di papi”

Ma chi è Carlo Maria Viganò? Viganò è un arcivescovo nato a Varese nel 1941, attualmente in pensione, che ha deciso di proseguire la sua “marcia su Roma”, precisamente verso il Vaticano, chiedendo a gran voce le dimissioni del Pontefice. Qualcuno l’ha soprannominato lo sterminatore di papi.Viganò focalizza la sua attenzione sulla gestione dei religiosi a stelle e strisce perché per lungo tempo ha esercitato la carica di nunzio apostolico proprio negli Usa. Promozione oltreoceano che, secondo il varesino, è stata piuttosto una manovra di allontanamento dagli “intrighi vaticani”.

Leggi anche:  Scomparsa 14enne: è uscita per andare a scuola, non è più tornata

Ex Vescovo di Vigevano nel mirino

Viganò ha recentemente fatto fuoco anche contro l’ex vescovo di Vigevano, lanciando strali altamente infamanti accusandolo di abusi sessuali su minori. Parole laconicamente rimandata al mittente dalla Curia che ha giustificato la fine dell’incarico di monsignor Vincenzo Di Mauro a causa di problemi di salute.

Buen retiro a Varese

Raggiunta l’età della pensione pare che Bergoglio avesse fatto capire a Viganò che avrebbe preferito un suo Buen Retiro a Varese, piuttosto che a Roma; ma il lombardo non intende lasciare il Vaticano.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI