Un’area verde dedicata a coloro che hanno avuto il coraggio di opporsi a ogni forma di totalitarismo, per dare libertà a chi non l’aveva. Oggi, mercoledì 27 febbraio,  a Pioltello è stato inaugurato il Parco dei giusti.

Parco dei giusti  intitolato in via Rieti

Una cerimonia semplice, ma ricca di contenuti quella che si è tenuta in via Rieti stamattina. Protagonisti i ragazzi della scuola media Iqbal Masih di Pioltello (le terze medie) e dell’Istituto superiore Machiavelli. Presenti il sindaco Ivonne Cosciotti, la Giunta e soprattutto Gabriele Nissim  fondatore dell’associazione Gariwo e promotore della Giornata europea dei Giusti.

Nel ricordo di chi ha avuto il coraggio

Ma chi è “il giusto”? A questa domanda hanno provato a dare una risposta prima di svelare la targa, raccontando di quelle persone che nella storia hanno avuto il coraggio di andare contro le ingiustizie, Nelson Mandela, Gino Bartali e tanti altri, in diversi contesti e per diversi motivi, sono ricordati tra coloro che hanno dato un contributo, spesso silenzioso, al bene dell’umanità garantendo un principio fondamentale: la libertà.

Leggi anche:  Polo per Pioltello rivoluzione interna e Ronnie Basile torna in Consiglio

Parola agli studenti

Un percorso che è cominciato prima di svelare la targa, tra i banchi di scuola, quando gli studenti hanno riflettuto sul significato dell’essere giusti. In mattinata presso il liceo Machiavelli Nissim si è intrattenuto con i ragazzi rispondendo alle loro domande e condividendo analisi e riflessioni. Quindi, durante la intitolazione, sono stati i giovani di terza media a proporre ai presenti il lavoro fatto in classe colpendo tutti per la profondità di analisi e per le capacità dimostrate.

TORNA ALLA HOME PAGE PER IL RESTO DELLE NOTIZIE.