Pochi carabinieri e preoccupanti fenomeni come spaccio e sfruttamento della prostituzione in aumento hanno spinto il sindaco a scrivere al sottosegretario.

Pochi carabinieri

Spaccio di droga, sfruttamento della prostituzione e immigrazione.  Sono i fenomeni che preoccupano il sindaco Vittorino Verdi che, per sottolineare le criticità che attanagliano la sua città e alla ricerca di una soluzione, si è rivolto direttamente al Ministero dell’Interno e, in particolare al sottosegretario, il deputato della Lega, Nicola Molteni.

Un territorio particolare

Secondo il borgomastro che durante la campagna elettorale aveva fatto della sicurezza un vero e proprio cavallo di battaglia, l’organico di cui dispongono i carabinieri della stazione di Capriate, sarebbe insufficiente anche alla luce della particolarità territoriale della città che presenta infrastrutture come il casello dell’autostrada A4, il ponte sull’Adda e numerose vie d’accesso e di uscita.

Spaccio e prostituzione in aumento

Proprio la buona accessibilità avrebbe reso, secondo Verdi, il territorio poco sicuro con l’aumento di fenomeni come l’immigrazione extracomunitaria, la delinquenza e lo spaccio di droga, e lo sfruttamento della prostituzione. Nella lettera indirizzata a Molteni, Verdi ha anche sottolineato la presenza, nel centro storico cittadino, da quasi due anni, di un Cas che attualmente ospita una cinquantina di richiedenti asilo. Una struttura, quest’ultima, più volte finita nel mirino del borgomastro che, in campagna elettorale, aveva sostenuto la necessità di collocarla fuori dal centro cittadino.

Leggi anche:  Manca un chiusino, lo regala il leader dell'opposizione

 

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE