Col ponte di Trezzo sull’Adda chiuso durante i giorni feriali, nelle ore di punta si formano code in autostrada. In particolare i rallentamenti si segnalano al casello di Capriate San Gervasio.

Col ponte di Trezzo sull’Adda chiuso per lavori code in autostrada

Se in centro città i trezzesi in questi giorni hanno vissuto ore di quiete per via della chiusura del viadotto per i lavori in corso, al contrario quelli che per passarlo hanno dovuto prendere l’Autostrada nelle ore di punta hanno vissuto disagi. Rallentamenti si sono segnalati lunedì mattina e nel pomeriggio durante gli orari di punta; in particolare in direzione dell’uscita di Capriate San Gervasio.

Un viaggio durato trenta minuti

Partendo dalla rotonda di via Gramsci dove la Polizia Locale segnalava la chiusura del ponte, attraversare la città per raggiungere il casello di Trezzo e imboccare l’autostrada è stato relativamente voce. C’era traffico solo prima del casello di Trezzo sull’Adda. In direzione Busnago la coda iniziava dal cavalcavia, mentre in direzione Grezzago partiva da molto più lontano. Una volta in Autostrada i rallentamenti iniziavano poco dopo il superamento del fiume Adda e in prossimità del cavalcavia del Brembo. La coda era talmente lunga che i veicoli si sono dovuti incolonnare nella corsia di emergenza. E di fatti molti hanno cercato di entrare di inserirsi all’ultimo causando non pochi problemi viabilistici.

Leggi anche:  Cantiere deserto, la tangenziale resta un miraggio

Oltre mezz’ora per attraversare il ponte

Alla fine, complessivamente, partendo dalla rotonda di via Gramsci a Trezzo e arrivando fino all’uscita del casello dell’A4, chi aveva il biglietto ci ha messo poco più di mezz’ora, mentre quelli col telepass, una volta superato il cavalcavia che dall’autostrada porta al casello, hanno potuto saltare l’ultimo tratto di rallentamenti recuperando circa una decina di minuti.

Il viadotto dovrebbe essere riaperto questo pomeriggio

Il cantiere sul ponte, iniziato sabato mattina alle 6 dopo essere slittato per due volte a causa del maltempo, dovrebbe concludersi, oggi, martedì 30 aprile alle 18. Gli operai di Città metropolitana, proprietaria dell’infrastruttura, dovrebbero infatti quasi ultimato la sostituzione dei giunti metallici (necessari per tenere ancorato il ponte), che si erano usurati col passare degli anni.

Clicca qui per tornare alle notizie del giorno.