Dopo le polemiche, l’annullamento. La mostra “Porno per bambini”, programmata a Milano dal 13 dicembre, non si farà.

“Porno per bambini” annullata

L’evento, organizzato alla Santeria Social Club di viale Toscana, a Milano, ha suscitato  forti polemiche da parte di tutte le forze politiche milanesi e sui social. Qualcuno è arrivato perfino a minacciare di morte gli organizzatori e l’artista.

E’ il nome dell’artista

Gli organizzatori hanno spiegato che l’evento non conteneva nulla di pornografico e che  “Porno per bambini” è il nome  dell’artista, che avrebbe esposto  disegni e schizzi simili a quelli effettuati solitamente dai bambini. Spiegazioni che non sono riuscite a calmare la bufera, e dunque l’esposizione è stata annullata.

Tante le reazioni

Troppe le reazioni negative, da tutte le parti politiche. Forza Nuova ha parlato di “ennesimo sdoganamento della pedofilia”, mentre un coro unanime di “no” si è levato da Lega e centrodestra. Critiche sono arrivate anche dal Pd, con la consigliera Sumaya Abdel Qader che ha parlato di “schifezza per la quale qualcuno dovrà dare spiegazioni”.

Leggi anche:  Confartigianato guarda al futuro, "Quelli del Si" FOTO

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI