E’ guerra nella mensa scolastica di Cassina de’ Pecchi, dove quattro bambini da un paio di anni abituati a portarsi la schiscetta da casa, invece di aderire al servizio di refezione, sono stati per così dire “espulsi” dai locali dove si consuma il pranzo.

Mensa scolastica

La dirigente fa riferimento a une recente sentenza della Corte di Cassazione del 30 luglio. Mamme e papà pro pasto da casa sostengono invece che essa non vieta la possibilità di portarsi la schiscetta. Nel frattempo i bambini restano in un limbo: la scuola vorrebbe che tornassero a casa per il pranzo, mentre le famiglie, che ritengono che essi abbiano tutto il diritto di restare con i propri compagni, si sono rivolte ai carabinieri.

Nella Gazzetta della Martesana

Tutti i dettagli nell’edizione della Gazzetta della Martesana in edicola e nell’edizione sfogliabile online per smartphone, tablet e Pc da sabato 12 ottobre 2019.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.