Presidio di protesta a Peschiera Borromeo contro “la deriva autoritaria di questa Amministrazione”. Un evento organizzato a seguito della visita dei vigili a casa di una cittadina che aveva criticato la maggioranza.

Presidio di protesta

Mercoledì 31 luglio 2019 alle 21 si terrà il Consiglio comunale di Peschiera durante il quale le opposizioni chiederanno di votare la sfiducia al sindaco Caterina Molinari a seguito della visita dei vigili a casa di una donna che aveva criticato l’Amministrazione e a cui poi il comandante della Polizia Locale aveva suggerito di inviare una lettera di scuse al primo cittadino.

“Difendi i tuoi diritti”

Chi non ha gradito la posizione del sindaco, che ha cercato di giustificarsi ma senza chiedere scusa, ha organizzato questo presidio. L’appuntamento è alle 20 in via XXV Aprile al civico 1 a Peschiera, un’ora prima dell’inizio del Consiglio comunale. “E’ aperto a tutti i cittadini che hanno a cuore la libertà di opinione – recita il volantino – Contro la deriva autoritaria di questa Amministrazione. Partecipa, difendi i tuoi diritti, domani potrebbe essere troppo tardi”. Si invitano poi i partecipanti che vorranno intervenire a farlo senza stemmi e bandiere di partito ma solo a titolo personale.

Leggi anche:  Aperta la mostra Inscritto nel blu del cielo a Capriate

LEGGI ANCHE

Peschiera Borromeo, critica l’Amministrazione su Facebook: il giorno dopo si trova a casa i vigili

Lettera di scuse dopo gli insulti su Facebook, che polemiche a Peschiera Borromeo

Vigili a casa dopo i commenti su Facebook, il sindaco cerca di giustificarsi

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.