Prolungamento M5: arrivano i 900 milioni (in nove anni). Con l’approvazione blindata in Parlamento della Manovra finanziaria, passa anche l’emendamento “sblocca metro”.

I fondi per la M5 arriveranno

Dopo settimane di botta e risposta, accuse incrociate e possibili stop (sul nascere) ai finanziamenti dopo la firma dell’accordo in Villa Reale, si inizia a vedere la luce in fondo al tunnel per il prolungamento della M5 da Milano Bignami a Monza, passando per i territori di Cinisello Balsamo e Sesto San Giovanni. Nella notte tra sabato e domenica, è arrivato il via libera dal Senato. E dentro il “calderone” è stato inserito anche l’emendamento voluto da Cinque Stelle e Lega.

La soddisfazione dei Cinque Stelle

“Il Governo del cambiamento, grazie a un emendamento a prime firme di Massimiliano Romeo e mia, assorbito dal maxi emendamento su cui è stata posta la fiducia, si dimostra vicino al territorio rendendo finalmente concreto il progetto di una linea di trasporto pubblico di qualità, comodo, veloce e puntuale, in grado di migliorare la qualità della vita dei cittadini”, ha commentato il senatore pentastellato Gianmarco Corbetta. Insomma, il prolungamento della M5 ha passato l’esame del rapporto “costi/benefici”. “La Statale 36, una delle principali vie di collegamento tra la Brianza, Monza e Milano, è oggi una delle strade più trafficate d’Italia: oltre 100mila veicoli al giorno la collocano al terzo posto nella classifica nazionale dopo il Grande Raccordo Anulare e la Tangenziale di Bari”, ha aggiunto Corbetta. Tradotto: la metropolitana, che passerà anche su viale Fulvio Testi nella sua corsa verso Monza, è un’opera fondamentale.

Leggi anche:  Festa del volontario a Liscate FOTO

La soddisfazione della Lega

“Ora è ufficiale: 900 milioni di euro in 9 anni stanziati dal Governo per la linea metropolitana M5 da Milano fino a Monza. Un’altra promessa mantenuta, grazie all’impegno del Governo e di tutte le forze politiche che hanno reso possibile questo progetto fondamentale per la Lombardia, che il territorio attende da anni”. Lo dichiarano i senatori della Lega Massimiliano Romeo e Emanuele Pellegrini.

Firme bipartisan

L’emendamento per finanziare il prolungamento della M5 a Monza era stato presentato giovedì 13 dicembre in Senato dai rappresentanti di maggioranza e opposizione. Firmato dai leghisti Massimiliano Romeo, Emanuele Pellegrini ed Erica Rivolta, dai pentastellati Gianmarco Corbetta e Alessandra Riccardi, dai dem Roberto Rampi e Franco Mirabelli, dai forzisti Anna Maria Bernini e Stefania Craxi, da Francesco Laforgia (Leu), chiede di destinare all’intervento 900 milioni di euro spalmati dal 2019 al 2027. Si tratta della “fetta” di finanziamento a carico dello Stato, per un’opera dal costo complessivo stimato di 1,25 miliardi di euro. La restante parte dei fondi sarà messa da Regione Lombardia e dai Comuni toccati dalla M5: Sesto San Giovanni, Cinisello Balsamo e Monza.