Blitz di protesta animalista durante la cerimonia d’inaugurazione della tradizionale Fiera di Santa Apollonia, stamattina a Rivolta d’Adda.

La protesta animalista alla fiera

Gli animalisti del “Movimento etico tutela animali e ambiente” hanno portato la loro protesta, stamattina, durante la cerimonia di inaugurazione della Fiera di Santa Apollonia a Rivolta d’Adda. Gli attivisti hanno esposto alcuni striscioni in difesa degli animali e contro gli allevamenti intensivi: “Stiamo andando a morire per la tua gola” e “Tutti abbiamo diritto alla vita”. A guidare la protesta del Meta, megafono alla mano, è stato l’animalista Valerio Vassallo che si è fermato anche a discutere con il sindaco Fabio Calvi.

I manifestanti controllati dalle forze dell’ordine

La protesta animalista del Meta è stata controllata dalle forze dell’ordine presenti alla inaugurazione della Fiera di Santa Apollonia. Tra striscioni esposti e slogan contro la macellazione dei giovani capi di bestiame, la protesta è stata comunque pacifica e le forze dell’ordine non sono dovute intervenire. “Ognuno ha diritto di esprimere quello che pensa nel rispetto – commenta il sindaco Calvi – e mi sembra che siano anche molto bravi perché non fanno manifestazioni particolari. Dicono quello che pensano e quindi ci stanno bene anche loro”.

Leggi anche:  Autostrade: “Una vignetta come in Svizzera e addio caselli”

La protesta dopo il taglio del nastro

La protesta animalista è scoppiata subito dopo il taglio del nastro da parte delle autorità presenti alla Fiera di Santa Apollonia. Gli attivisti del Meta, fuori dai padiglioni della fiera hanno fatto sentire le proprie voci anche ai tanti visitatori che si stavano recando alla fiera. I toni, fortunatamente sono rimasti pacifici e non è stato necessario l’intervento delle forze dell’ordine.

Il taglio del nastro alla Fiera di Santa Apollonia