L’Acquapark di Pantigliate è chiuso da anni e per il paese rappresenta una ferita aperta. Ogni lista che si presenterà alle Amministrative ha una sua idea per riqualificarlo.

Acquapark, una ferita aperta

L’Acquapark di Pantigliate è abbandonato e chiuso da anni e per il paese rappresenta una ferita aperta. Abbiamo chiesto ai tre candidati alla poltrona di sindaco di illustrare come intendono riqualificare l’area. Diverse le idee: Franco Abate di Società & Ambiente punta a un bando aperto “che non si limiti a un solo ambito e non dia una soluzione precostituita”, Anna Bavutti di Pantigliate in Comune vorrebbe farne un centro polifunzionale e per Mario Celani di Vivere Pantigliate dovrebbe diventare “uno dei principali luoghi di aggregazione, di socializzazione e di educazione dei giovani”.

Tutti i dettagli sul numero della Gazzetta della Martesana in edicola e online da sabato 20 aprile 2019.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.