Sono stati circa un centinaio i ragazzi e le ragazze che ieri, lunedì, hanno calcato il palco della sala consiliare di Pioltello per ricevere la borsa di studio comunale. Eccellenze  cittadine che, nel corso del passato anno scolastico, si sono messe in risalto per i risultati ottenuti tra i banchi di scuola.

Eccellenze e vanto per la città

Una cerimonia ormai tradizionale quella delle borse di studio. Un momento di presa di coscienza di quanto di buono Pioltello sia in grado di offrire. Soprattutto quando si tratta di scuola. A consegnare gli attestati e gli assegni il sindaco Ivonne Cosciotti, l’assessore all’Istruzione Gabriella Baldaro e il dirigente del settore scuola Alberto Giani. “Quest’anno consegniamo 150 borse di studio, un segnale di quanti ragazzi della nostra città decidono di investire sul loro futuro – ha spiegato il sindaco – Da parte nostra vogliamo garantire il sostegno non solo attraverso il finanziamento dell’offerta didattica e formativa, ma anche con il riconoscimento delle nostre eccellenze”.

Un premio speciale

La prima borsa di studio consegnata dall’Amministrazione ha avuto un sapore speciale. Infatti è stata consegnata a un’eccellenza della città che, purtroppo, non c’è più: Federica del Miglio. Anche la giovane pioltellese , infatti, avrebbe avuto un brillante futuro davanti a sé, ma purtroppo il male l’ha portata via troppo presto. A ritirare la sua borsa di studio ci hanno pensato i genitori, papà Andrea e mamma Francesca. Soldi che andranno a finanziare l’associazione creata in onore di Chicca per sostenere la ricerca nei reparti di oncologia pediatrica.

Leggi anche:  Acqua alta in piazza Ambulanti del mercato come a Venezia

Ecco i premiati

Nella gallery seguente i volti di tutti i ragazzi e le ragazze che hanno preso parte alla consegna delle borse di studio.