Il gemellaggio nel nome di Quintino Di Vona tra Inzago, paese in cui il martire è stato fucilato, e Buccino, dove è nato, è a rischio.

Quintino Di Vona, gemellaggio a rischio

Il sindaco di Inzago Andrea Fumagalli ha annunciato che proporrà di revocare il gemellaggio siglato con Buccino, il paese di nascita del martire Quintino Di Vona trucidato dai nazifascisti in piazza Maggiore. Alla base della decisioni ci sarebbero le difficoltà riscontrate a contattare il Comune salernitano. Che, però, smentisce categoricamente.

Il sindaco di Buccino: “Solo bugie”

Il primo cittadino di Buccino Nicola Parisi è furibondo per quanto dichiarato. “Sono solo bugie, chi ha voluto contattarmi ha sempre trovato la mia disponibilità. L’Amministrazione di Inzago si è macchiata di codardia e infamia”. A onor del vero, alla e-mail inviata dalla redazione della Gazzetta dell’Adda Parisi ha risposto un paio d’ore dopo e anche l’Anpi inzaghese è riuscita a parlargli senza alcun problema.

L’opposizione chiederà copia delle e-mail

L’opposizione di Inzago bene comune vuol vederci chiaro e, oltre ad aver condannato il fatto di non aver più tentato di contattare l’Amministrazione salernitana dal 2017, intende chiedere copia delle e-mail che il vicesindaco Carlo Maderna sostiene di avere inviato senza mai ottenere risposta.
Tutti i dettagli, le dichiarazioni dei protagonisti e gli aspetti controversi della vicenda sul numero della Gazzetta dell’Adda in edicola e online da sabato 3 agosto 2019.

Leggi anche:  Daniele, morto a 25 anni senza un perché

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.