Reati in calo a Segrate per la gioia dell’Amministrazione e dei cittadini. I dati confermano un calo generale, soprattutto dei furti.

Reati in calo anche nell’ultimo anno

La Prefettura di Milano certifica un netto calo dei reati commessi a Segrate anche nel corso del 2018. Erano stati 2.195 nel 2016, poi scesi a 2.117 nel 2017 e ulteriormente diminuiti a 2.026 nel 2018, ultimo anno al momento disponibile con dati consolidati. Una tendenza in diminuzione che si rafforza anno dopo anno, a dimostrazione dell’ottimo lavoro delle forze dell’ordine presenti sul territorio e delle politiche in materia di sicurezza. In generale calano i furti passati dai 1.624 del 2016 ai 1.330 del 2018. In particolare diminuiscono quelli in abitazione: 223 nel 2017, 174 l’anno scorso. Meno incursioni dei ladri anche nei negozi e ai danni di auto. Giù di due unità le rapine che passano da 14 del 2017 a 12 del 2018.

Soddisfatta l’Amministrazione

“Segrate resta in assoluto una città sicura dove gli episodi di microcriminalità, del tutto fisiologici per una grande città come la nostra, calano anno dopo anno – ha commentato il sindaco Paolo Micheli – Le azioni messe in campo funzionano, ma possiamo e dobbiamo fare ancora meglio: proseguiamo con l’installazione di nuove telecamere di videosorveglianza che monitoreranno tutti i varchi cittadini segnalando in tempo reale eventuali presenze sospette in città, a breve assumeremo 8 nuovi agenti per rafforzare il pattugliamento stradale della polizia locale e in accordo con l’Arma dei carabinieri stiamo adeguando la nostra caserma potenziandone il servizio che sarà garantito 24 ore su 24. Inoltre abbiamo praticamente ultimato il nuovo sistema di illuminazione a led per migliorare la visibilità e quindi la sicurezza delle nostre vie. Il tema della sicurezza è sempre al centro del nostro programma di governo, che affrontiamo in maniera responsabile con progetti concreti e non con slogan ad effetto”.

Leggi anche:  Concorso presepi 2019 mandate le vostre foto

Aumentate le fototrappole

Nella dotazione dell’Amministrazione Comunale anche l’incremento del numero di fototrappole per cogliere sul fatto chi danneggia edifici o strutture pubbliche o chi abbandona incivilmente rifiuti per strada. “Sicuramente c’è ancora da lavorare sulla percezione della sicurezza, che è altrettanto importante – ha detto l’assessore alla Polizia Locale Barbara Bianco – Di fatto i dati della Prefettura ci restituiscono che gli unici reati in aumento a Segrate sono le truffe e le frodi informatiche. Per questo sono molto soddisfatta della grande partecipazione che abbiamo avuto agli incontri di prevenzione a Redecesio e Rovagnasco per contrastare furti e truffe organizzati con la nostra Polizia Locale e quella di Stato, Spi Cgil Milano, Centro anziani e Circolo pensionati segratesi”.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.