Riapre il Cup a Vimodrone: tutto ciò che c’è da sapere. Stamattina, venerdì, il taglio del nastro allo sportello di via Battisti.

Riapre il Cup di Vimodrone

I servizi erogati nello stabile dell’ex Asl sono passati sotto la gestione dello Sportello sicurezza della Polizia Locale. Sarà possibile tornare a fruire sul nostro territorio di prestazioni quali il cambio medico di base, la scelta e revoca del pediatra, la richiesta della Carta Regionale dei servizi e il rilascio dei codici pin e puk per il pieno utilizzo della stessa, grazie alle convenzioni sottoscritte dall’Ente con Ats Metropolitana.

Servizi, giorni e orari d’apertura

saranno offerte alcune prestazioni relative al servizio Cup (Centro Unico di Prenotazione) relative a prenotazioni al di fuori del territorio di Vimodrone, ponendosi lo sportello quale servizio aggiuntivo, ma non sostitutivo, dei Cup dell’Asst Melegnano, del numero verde 800.638.638 e delle farmacie vimodronesi , già fruibili dai cittadini. Presso lo Sportello Sicurezza non sarà possibile effettuare pagamenti e prestazioni strettamente legate a singole strutture ospedaliere. A tal fine lo Sportello raddoppierà i giorni di apertura al pubblico e sarà fruibile tutti i mercoledì e venerdì, dalle ore 9 alle ore 12.

“Era atteso da tempo”

“E’ un obiettivo atteso da tempo – ha affermato il sindaco Dario Veneroni -. Restituisce parzialmente ai cittadini servizi essenziali cancellati con i tagli agli sportelli locali operati da Regione Lombardia. Oggi per un semplice cambio medico ci si doveva, ad esempio, recare a Segrate (peraltro disagevole da raggiungere con i mezzi), situazione che penalizzava soprattutto le fasce deboli della popolazione, penso ad esempio agli anziani sprovvisti di auto. E’ una bella risposta dell’Amministrazione ai bisogni dei propri cittadini”

Leggi anche:  Guardia medica Vimodrone, in arrivo una "coinquilina"

“Azione di prevenzione”

“L’apertura di queste nuove opportunità rientra nel novero delle azioni di prevenzione programmate per migliorare la qualità della vita dei vimodronesi – ha rimarcato l’assessore alla Prevenzione Enzo Gregoli – Quali ad esempio il posizionamento dei defibrillatori nelle aree pubbliche che ha portato Vimodrone fra i primi Comuni “cardioprotetti” o il progetto sulla patologia del varicocele per tutti i ragazzi diciottenni, a cui sarà offerto uno screening gratuito nelle prossime settimane. Annunceremo nuove iniziative a breve, dedicate alla lotta al tabagismo e al fumo in generale, convinti della necessità sempre maggiore del fare prevenzione” .

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI