“Salviamo il lago Gabbana”: presidio davanti al Comune di Cernusco sul Naviglio. Manifestazione durante il Comitato di gestione del Plis Est delle Cave.

Manifestazione a Cernusco: “Salviamo il lago Gabbana”

Una cinquantina di manifestanti, in rappresentanza del gruppo di movimenti che si oppone al progetto di interramento dello specchio d’acqua in territorio di Vimodrone, si è ritrovata oggi pomeriggio, mercoledì, alle 14, per protestare armata di striscioni, pettorine e fischietti. A organizzare il presidio è stato il comitato spontaneo di cittadini vimodronesi che per primo si è opposto al progetto, che – se non venisse modificato – vedrà sparire l’attuale laghetto sorto all’interno della cava. Migliaia di camion, da qui ai prossimi anni, riempiranno la “ferita” con terre e rocce di scavo. Il Comune di Vimodrone vorrebbe poi realizzare sul piano di campagna un bosco. Ma i cittadini non ci stanno. Recentemente hanno incassato anche l’appoggio dei Consigli comunali di Cologno Monzese e Brugherio, che hanno approvato (all’unanimità o a larga maggioranza) la mozione presentata dalla Lega di difesa dello status quo.

Leggi anche:  Attenzione: nuova chiusura del Ponte di Paderno

Niente delegazione al tavolo di lavoro

I manifestanti hanno chiesto di poter essere accolti al tavolo di lavoro del Comitato di gestione del Plis, che è presieduto dal sindaco di Vimodrone Dario Veneroni. A farsi portavoce di questa richiesta è stato il primo cittadino colognese Angelo Rocchi. Ma la risposta è stata negativa.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI