Mercoledì 22 maggio alle 15.30, all’interno del centro civico di Milano 2 – Res. Campo, il Salone dell’Actel – Accademia della Terza età Tempo e del Tempo libero, associazione che aveva fondato, sarà intitolato alla memoria di Fioravante Pisani.

Il Salone dell’Actel dedicato a Fioravante Pisani

Scomparso lo scorso luglio all’età di 91 anni, Pisani era uno dei pilastri della comunità cittadina, in particolare di San Felice, dove risiedeva dal 1970 e dove aveva dedicato gran parte della sua vita a un costante e prezioso impegno nel volontariato sociale.

Con la moglie Maria Cristina, fin dai primi anni, si era fatto promotore di iniziative di aggregazione nel quartiere che ancor oggi sono un vanto per la frazione: la Biblioteca “Scighera”, ora parte del più ampio Sistema Bibliotecario Milano Est, il cinema parrocchiale “Sanfelicinema” e i Comitati di Quartiere.

Medico a San Felice

Medico di professione, aveva aperto a San Felice uno studio nella Torre 2, diventando quello che si potrebbe definire il medico condotto del quartiere. L’attenzione per il prossimo e il grande senso civico lo avevano spinto a coinvolgere alcuni amici alla costituzione di un club di “servizio”: nel 1975 era nato il Lions Club Segrate San Felice di cui fu il primo presidente. Club tuttora esistente con il nuovo nome di Lions Club Segrate Milano Porta Orientale, a seguito della fusione nel 1989 con l’allora club femminile “Lioness Club Segrate Borromeo”. Il primo atto significativo del nuovo Club fu la creazione nel marzo 1990 dell’Accademia della Terza età e del Tempo libero, realtà ancora oggi viva e molto attiva sul territorio.

Leggi anche:  Rapina a mano armata in gioielleria

La comunità segratese ricorda il ruolo fondamentale del Lions Club, e in particolare di Fioravante Pisani, nel coordinare i rapporti tra il Comune e il Liceo Machiavelli per l’ormai tradizionale Premio dedicato al Nobel Renato Dulbecco.

L’esperienza politica

Nell’attività di Pisani ci fu anche una parentesi politica: venne eletto consigliere comunale nel 1975 e nel 1985. Durante l’amministrazione del sindaco Carlo Cucca, per i primi due anni era stato vicesindaco con delega ai Servizi Sociali, Igiene e Sanità. Si era attivato inoltre per creare il servizio di Protezione Civile e di ambulanza della Misericordia di Segrate.

Per aver dedicato gran parte della sua vita a un costante e prezioso impegno nel volontariato sociale facendosi promotore di iniziative tuttora vanto e risorsa per Segrate e per essersi distinto come amministratore pubblico al servizio della comunità, nel 2017 gli era stata conferita la benemerenza civica “Ape d’Oro”.

“Una vita al servizio del prossimo”, questa è la frase che si leggerà nello spazio che porterà il suo nome.

TORNA  ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI