C’era anche lui tra le quattro vittime della strage ai mercatini di Natale di Strasburgo dell’11 dicembre 2018: Antonio Megalizzi, 29 anni, giovane reporter deceduto dopo tre giorni di agonia da quella tragica sera in cui aveva incrociato lo sguardo e la pistola del suo assassino Chérif Chekatt.

Segrate dedica un giardino ad Antonio Megalizzi

Il 15 maggio Antonio avrebbe compiuto trent’anni. Aveva raggiunto Strasburgo per il progetto internazionale di radio universitarie Europhonica e stava lavorando all’idea di una nuova radio europea, attraverso cui giovani e studenti di ogni paese potessero raccontare l’Europa ai loro coetanei, sotto ogni punto di vista e in modo libero. Pochi minuti prima dell’attentato era nella sede del Parlamento Europeo per fare un’intervista.

Sabato 18 maggio Segrate intitolerà il Giardino Antonio Megalizzi, al giornalista e cittadino europeo, all’ingresso della città in un luogo simbolico salvato dal cemento e restituito ai segratesi. Il ritrovo è alle  11 nell’area verde di via Fratelli Cervi/Vecchia Cassanese. Alla cerimonia saranno presenti i familiari del giovane.

Leggi anche:  Trans ucciso, chiesti 20 anni per il segratese che aveva sparato

La solennità del momento sarà sottolineata dall’intervento della Fanfara del Comando 1^ Regione Aerea dell’Aeronautica Militare diretta dal Maestro Antonio Macciomei.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI