Un patto per la sicurezza sottoscritto da quaranta Comuni e dal prefetto di Milano Luciana Lamorgese.

Sicurezza, patto Comuni-Prefettura

E’ stato firmato oggi in Prefettura a Milano il protocollo d’Intesa “Progetto Controllo del Vicinato”. Obiettivo del protocollo proposto ai Comuni dalla Prefettura è  valorizzare la collaborazione con i cittadini, che, in qualità di importanti e vigili sentinelle della legalità, potranno contribuire all’innalzamento degli standard di sicurezza della propria comunità. La modalità è il passaggio tempestivo attraverso i coordinatori dei gruppi di controllo di vicinato, di ogni informazione che possa essere utile alle Forze di Polizia statali e locali, al fine di assicurare una immediata azione repressiva e l’avvio di una mirata attività info-investigativa da parte delle Forze dell’Ordine.

Controllo di vicinato regolamentato

Il Protocollo prescrive il divieto assoluto che i gruppi volontari di controllo di vicinato intraprendano comportamenti incauti o imprudenti, che potrebbero determinare situazioni di pericolo, così come qualsiasi iniziativa personale, di qualunque forma, individuale o collettiva. È inoltre assolutamente vietato utilizzare da parte dei gruppi di volontari uniformi, emblemi, simboli, altri segni distintivi o denominazioni riconducibili, anche indirettamente, ai Corpi di Polizia statali e locali, alle Forze Armate o ad altri Corpi dello Stato, o a partiti, movimenti politici e sindacali, nonché sponsorizzazioni private.

I Comuni coinvolti

Il protocollo è stato sottoscritto dai sindaci dei Comuni di Arese, Assago, Bresso, Buccinasco, Bussero, Busto Garolfo, Cambiago, Canegrate, Carpiano, Cassano D’Adda, Cassina De’ Pecchi, Castano Primo, Cernusco sul Naviglio, Cerro al Lambro, Cerro Maggiore, Cinisello Balsamo, Cologno Monzese, Corsico, Cusago, Lacchiarella, Lainate, Legnano, Magenta, Nerviano, Parabiago, Paullo, Pioltello, Pogliano Milanese, Pregnana Milanese, Rodano, Rosate, Rozzano, San Colombano al Lambro, San Vittore Olona, Senago, Sesto San Giovanni, Trezzano sul Naviglio, Vanzaghello, Vaprio D’Adda, Vermezzo, Villa Cortese.

Leggi anche:  Concerto Radio Italia, protagonista una 11enne di Vimodrone

I commenti: Pioltello

«Con il Protocollo firmato oggi in Prefettura abbiamo una cornice certa in cui operare per sostenere l’avvio anche sul nostro territorio del Controllo di vicinato, in coordinamento con le Forze dell’ordine e la Polizia Locale, e in questo modo aumentare, con efficacia e nel rispetto della legge, il presidio del territorio», ha commentato il vicesindaco Saimon Gaiotto presente insieme all’assessore Paola Ghiringhelli.

Cernusco

“La sicurezza dei cittadini – ha spiegato il sindaco di Cernusco Ermanno Zacchetti – è un bene pubblico fondamentale, che deve passare anche dalla promozione della cultura della legalità e della cura da parte dei cittadini della propria comunità. Partendo da esperienze di Controllo del Vicinato già attive in diversi comuni, questo protocollo le conduce alla valorizzazione di una collaborazione tra polizia locale, forze dell’ordine e cittadini che passa certo dalla tempestiva segnalazione da parte di quest’ultimi di situazioni particolari ma anche e prima di tutto dalla partecipazione ad avere cura del proprio quartiere. Un modo di contribuire alla sicurezza che non si sostituisce alle forze dell’ordine, ma che collabora per aumentarne l’efficacia, proprio come un tempo vicini di casa e amici guardavano gli uni le proprietà e i beni degli altri per senso civico: la collaborazione e la fiducia tra vicini sono fondamentali perché s’instauri un clima di tranquillità che venga percepito da tutti i residenti e particolarmente dalle fasce più vulnerabili, come anziani e persone sole”.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI