Tanti disagi se quando piove il treno si… infeltrisce. Una mattina qualunque stipati sul Besanino, tra chi s’arrabbia, chi la prende con filosofia e chi fa dell’ironia.

Tanti disagi se quando piove il treno si… infeltrisce

Oggi, 22 novembre 2018, una mattinata tranquilla per il Besanino. L’app di Trenord non segnala disagi particolari. Per fortuna. Ci apprestiamo quindi a salire sul convoglio che raggiungerà Monza prima delle 7.30 ma quando arriva ci accorgiamo che è più corto del normale. Ahi, come succede ormai troppo spesso manca qualche carrozza. Fortunatamente saliamo in una stazione abbastanza a nord, quando è ancora facile trovare posto a sedere. Già a Triuggio però il treno è stracolmo. A Villasanta, dove solitamente si riempie in condizioni normali, i passeggeri sono pigiati all’inverosimile. C’è chi ha trovato posto in bagno. Pur di raggiungere in orario la scuola o il luogo di lavoro ci si adatta anche a questo.

Solo a Sesto si torna a respirare

Il Besanino “ristretto” riparte stracolmo dopo una sosta in stazione

Solo a Sesto San Giovanni si tornerà a respirare, perché tanto a Monza Sobborghi  che a Monza c’è sì chi scende ma c’è anche tanta gente che sale, o meglio, che tenta di salire. Si arriva a Milano tra imprecazioni, indignazione e anche un pizzico di ironia. La battuta più felice di una donna, evidentemente abituata a far bucato, che commenta: “Eh ieri ha piovuto, il treno si è bagnato ed evidentemente si è infeltrito”. E strappa un sorriso anche ai più arrabbiati che già avevano impugnato lo smartphone per scrivere a Trenord. La app non segnala disagi sulla linea; il ritardo è breve e tollerabile. Come scriveva in un famoso romanzo Erich Maria Remarque, “Niente di nuovo sul fronte occidentale”. Ah, per chi non l’avesse letto nel romanzo il protagonista muore nel giorno in cui il bollettino di guerra non segnalava novità sul fronte occidentale, quello in cui era impegnato in battaglia. Insomma, tutto è relativo. Anche quando la app di Trenord non segnala disagi questi possono esserci. Non fidatevi… e armatevi di tanta pazienza.